La casa di carta, le 5 migliori citazioni di Tokyo

La casa di carta, le 5 migliori citazioni di Tokyo
di

Tokyo è innegabilmente il personaggio più polarizzante de La Casa di Carta, amata o odiata, Úrsula Corberó ha dato vita ad un personaggio iconico che ci ha regalato anche alcune bellissime citazioni mentre raccontava la storia delle rapine della banda del Professore.

Creata da Álex Pina, La Casa di Carta non è stata inizialmente un successo quando è andata in onda per la prima volta in TV in Spagna, ma ha guadagnato un enorme seguito internazionale dopo essere stata aggiunta al catalogo di Netflix.

Il servizio di streaming ha rinnovato lo show come propria serie originale dopo le prime due stagioni e ha creato un sequel della rapina alla Zecca di Stato in cui la banda si riunisce per rubare 90 tonnellate d'oro dalla Banca di Spagna. Arrivata alla sua quinta ed ultima stagione la serie continua ad appassionare gli spettatoti di tutto il mondo e a registrare numeri da record, leggete la nostra recensione de La Casa di Carta 5 Parte 1 se non l'avete ancora fatto.

Qualunque cosa gli spettatori pensino di Tokyo, ha senza dubbio lasciato il segno nello show attraverso le sue azioni (soprattutto l'ultima) e le sue battute indimenticabili. Alcune di queste citazioni la dicono lunga sul suo personaggio:

  1. Tutto può andare all'inferno in meno di un secondo.
  2. La felicità è come un fulmine, lampeggia e ti manca.
  3. Non essere così triste. Qualcosa finisce oggi, ma ora è il primo giorno della tua prossima vita.
  4. Ci sono sempre giorni più felici da ricordare. E più le cose sono fottute, più quei giorni sembrano felici.
  5. Molte persone credono che nella nostra vita troviamo solo un vero amore. Ma quello che non capiscono è che possiamo avere più vite.

Quale di queste famose citazioni di Tokyo vi piace di più? Fatecelo sapere nei commenti! Vi lasciamo con i parallelismi tra Tokyo de La Casa di Carta e Leon, il film del 1994 di Luc Besson con Jean Reno e Natalie Portman.

Quanto è interessante?
2