Netflix

La Casa di Carta: Berlino eliminato perché "misogino" e "narcisista"

La Casa di Carta: Berlino eliminato perché 'misogino' e 'narcisista'
di

Álex Pina, creatore e showrunner de La Casa di Carta, ha rivelato che ha dovuto eliminare uno dei personaggi più amati della serie perché ritenuto troppo "misogino e narcisista".

Stiamo parlando di Berlino, il membro della banda interpretato da Pedro Alonso tra i volti più popolari dello show anche per via della virale scena del karaoke de La Casa di Carta 4 che ha fatto il giro del web con l'uscita della quarta parte.

Secondo quanto rivelato dallo stesso Pina nel documentario che esplora il dietro le quinte de La Casa di Carta, all'autore è stato detto che il comportamento di Berlino non è "adatto ai nostri tempi" per via della sua natura misogina e narcisista. L'autore ha spiegato che il personaggio si comporta da psicopatico in maniere diverse ed è stato delineato in questo modo per creare empatia con il pubblico, ma a quanto pare non c'è stato nulla da fare.

A conferma dell'importanza di Berlino, Pina ha continuato ad inserire il personaggio nella serie anche dopo la morte avvenuta nella seconda parte grazie all'utilizzo di alcuni flashback, i quali sembrano avere convinto anche i fan.

Per alte notizie sulla serie Netflix, vi ricordiamo che l'autore ha confermato l'arrivo de La Casa di Carta 5 e 6. Se cercate altri approfondimenti, invece, qui potete leggere la nostra recensione de La Casa di Carta 4.

Quanto è interessante?
4