La Casa di Carta: i personaggi più belli, dal peggiore al migliore

La Casa di Carta: i personaggi più belli, dal peggiore al migliore
di

I fan de La Casa di Carta non vedono l'ora di poter assistere alla quinta parte, che segnerà anche il finale dello show. Mentre Ursula Corbero potrebbe aver rivelato un importante spoiler de La Casa di Carta 5, gli appassionati delle avventure della banda di criminali dovranno aspettare ancora un po' per poter vedere la stagione finale.

Infatti, la quinta e ultima parte dello show uscirà solamente nel corso del 2021. Nel frattempo, cercheremo di classificare i personaggi, dal peggiore al migliore. Ci teniamo a precisare che questa è solo la nostra classifica, basata sui gusti personali.

Dobbiamo veramente spiegare perché Arturo Román (Enrique Arce) è tra i personaggi che odiamo di più? Antipatico, sbruffone, traditore. In penultima posizione mettiamo Palermo (Rodrigo de la Serna), che ha la gravissima colpa di aver tradito la gang. Quantomeno, la sua redenzione nel finale della quarta parte lo ha parzialmente rivalutato, ma dovrà espiare ben altro. Sopra a Palermo mettiamo Rio (Miguel Herrán), considerato da molti più un problema per il gruppo che una soluzione, mettendo nei guai la gang più di una volta.

Saliamo ancora, per trovare un personaggio che ha lati negativi (molti) e positivi (altrettanti), come Tokyo (Ursula Corbero), autrice di alcuni dei momenti più mozzafiato della serie, ma anche colpevole di tante ingenuità. Un personaggio che, in fondo, abbiamo amato odiare a ora è Alicia Sierra (Najwa Nimri), spietata e cattiva, ma anche furba. Mónica Gaztambide, o Stoccolma (Esther Acebo), è difficile da valutare. Il cambiamento che ha subito nelle stagioni è impressionante, ma ancora crediamo sia tra i personaggi rivedibili. Saliamo ancora per trovare Raquel Murillo (Itziar Ituño), un personaggio complesso e spesso troppo avventato, ma interessante.

Entrando nella parte calda della classifica, Denver (Jaime Lorente) è riuscito a guadagnarsi la nostra stima con il tempo: la sua crescita avviene con il doversi prendere le responsabilità che gli abbiamo visto affrontare. Procediamo per trovare uno dei personaggi più amati, ovvero Helsinki (Darko Perić), una delle personalità più positive e ispiratrici di questa serie. Chi non ama il genio del Professore (Álvaro Morte)? In grado di essere lucido anche nei momenti più difficili, trova sempre la soluzione vincente. Seconda posizione per Nairobi (Alba Flores), ma solo perché è una classifica, se no per noi sarebbe prima al pari di Berlino (Pedro Alonso). Due personaggi molto diversi, accomunati però dallo stesso destino, che incarnano la vera forza della serie, e che ci hanno davvero emozionato.

In attesa della quinta e ultima parte della serie, qui potrete trovare la nostra recensione della quarta parte de La Casa di Carta.

Quali sono i vostri personaggi preferiti de La Casa di Carta? Fatecelo sapere nello spazio commenti!

Quanto è interessante?
2