Chi è il mostro di Lost? Spiegazione e origini del mistero dell'isola

Chi è il mostro di Lost? Spiegazione e origini del mistero dell'isola
di

Quando il pilot di Lost è andato in onda nel 2004, gli spettatori hanno visto Jack Shepard (Matthew Fox) salvare i passeggeri del volo Oceanic 815 dopo che il loro aereo si era schiantato su un’isola deserta. Mentre Jack cercava il modo di fuggire, continuava a salvare i sopravvissuti dal pericolo: da un orso polare a un mostro di fumo nero.

La più grande minaccia per i sopravvissuti del volo Oceanic era ovviamente il mostro di fumo, anche se è apparso solo in alcuni episodi delle prime stagioni. L' isola di Lost ci ha offerto un'abbondanza di misteri sin dall'inizio della rivoluzionaria serie targata ABC, ma uno dei primi e più paranormali è stata la presenza di un mostro che poteva radere al suolo la foresta e lasciare il pilota dell'Oceanic 815 maciullato e insanguinato su un albero.

Alla fine della prima stagione scopriamo che la forma di questa minaccia è una nuvola di fumo nero e, man mano che la serie avanza, gli spettatori vedono il mostro di fumo attaccare gli umani nel corso della storia. Apparentemente invincibile, il mostro di fumo possiede una forza incredibile e più tardi nella serie abbiamo scoperto che il mostro di fumo era molto più coinvolto nelle vite dei naufraghi di quanto si rendessero conto arrivando a manipolarli impersonando altri personaggi.

Le origini dell'isola sono state esplorate leggermente durante la sesta stagione finale. Nella sua forma reale, il mostro di fumo era in realtà il misterioso uomo in nero (Titus Welliver), il fratello di Jacob (Mark Pelligrino) e vivevano sull'isola secoli fa con la loro madre.

Quando l'Uomo in Nero ha ucciso la loro madre, Jacob era così arrabbiato che lo ha spinto nel cuore dell'isola. L'energia elettromagnetica in qualche modo lo ha trasformato nel mostro di fumo che da quel momento divenne ancora più determinato a lasciare l'isola e raggiungere la civiltà ad ogni costo.

Il corpo fisico dell'Uomo in Nero entrò nella sorgente e il Mostro di Fumo emerse con un fragoroso ruggito e il suo peculiare rumore metallico.

In sei stagioni, i personaggi di Lost hanno sperimentato numerosi e strani avvistamenti in tutta l'isola e al di fuori. Ci sono stati diversi casi in cui un personaggio vedeva qualcuno che sapeva per certo fosse morto.

Per esempio Jack ha visto suo padre Christian Shephard (John Terry) e ha passato un intero episodio a inseguire la strana apparizione. Alla fine, fu condotto alle grotte, che finirono per essere la principale fonte d'acqua per i sopravvissuti.

Non fu subito chiaro se Jack fosse stato condotto lì da un'allucinazione causata dalla disidratazione e dalla mancanza di sonno, o dal fantasma di suo padre. Verso la fine della sesta stagione, il mostro di fumo, nella forma di John Locke (Terry O'Quinn), ammise a Jack che era lui che Jack aveva visto nella giungla.

Le spiegazioni per questi avvistamenti spesso differivano, alcuni erano davvero fantasmi, altri erano le manifestazioni del mostro di fumo e alcune erano solamente allucinazioni. Altre, come il cavallo nero di Kate, rimangono cose inspiegabili che fanno parte del fascino di Lost.

Scoprite quanti bambini hanno interpretato Aaron in Lost e i 5 colpi di scena più clamorosi di Lost nei nostri approfondimenti.

Quanto è interessante?
1