INFORMAZIONI SCHEDA
di

Verrà pubblicata su Netflix nei primi mesi del 2020 la nuova serie italiana Luna Nera, prodotta da Fandango e diretta da tre registe d'eccezione come Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi. La serie è basata sul romanzo intitolato Le città perdute. Luna Nera, scritto da Tiziana Triana e distribuito dal prossimo mese di novembre.

Dopo una breve presentazione dello show, approfondiamo il discorso su questa nuova serie italiana pronta a sbarcare sul colosso mondiale dello streaming, anche con le prime foto distribuite online da Netflix. Luna Nera sarà ambientata nell'Italia del XVII secolo, quando una levatrice di sedici anni, Ade, viene accusata di stregoneria in seguito alla morte di un neonato. La ragazza si rifugia presso una comunità di donne ai confini di un bosco e si vede costretta a scegliere fra l'amore nei confronti di Pietro, figlio del capo dei Benandanti, i cacciatori di streghe o il compimento del suo reale destino, minaccia per un mondo diviso tra religione e misticismo.

Storia e fantasy si mescolano in questo nuovo prodotto nostrano di Netflix, dopo il successo ottenuto con le serie Suburra e Baby - di cui potete leggere la recensione su Everyeye.
La giovane Ade è la protagonista di una trama che presenterà molti personaggi ambigui, che renderanno difficile stabilire quale sia la vera minaccia per la ragazza.
Luna Nera sarà pronta per essere distribuita in streaming nel 2020, divisa in 6 puntate da 50 minuti ciascuna.
Pare che il progetto preveda una trilogia e in questa prima parte dovrebbe essere preannunciato un pericolo per le protagoniste, sviluppato e approfondito in seguito.
Nel Teatro 13 di Cinecittà si sono concluse le riprese dell'abitazione delle streghe, con un'atmosfera tetra e illuminata solo dalla luce delle candele, e gli esterni girati a Tuscia. Il paesino nel quale è ambientata Luna Nera è composto da diversi borghi e le riprese si sono svolte tra Sorano, Sutri e il Parco degli Acquedotti a Roma.
Francesca Comencini su Huffington Post ha parlato del progetto:"Luna Nera è un fantasy realistico, con l'elemento magico che dà riscatto ad una strage reale, con vittime delle donne: la caccia alle streghe. In un viaggio in treno con Tiziana Triana e la sceneggiatrice Laura Paolucci abbiamo iniziato ad interrogarci su come realizzare un progetto con un forte soggetto femminile. In questa serie le donne vengono perseguitate per la loro forza; è qualcosa di femminista, forse, e con un punto di vista femminile".
"Sono donne che combattono, si uniscono e salvano altre donne" afferma Susanna Nicchiarelli.
Il lavoro storico e di ricerca è durato circa vent'anni mentre Paola Comencini ha studiato le iconografie e l'architettura di quei tempi. Sul cast hanno lavorato Laura Muccino e Sara Casani, reclutando ben otto interpreti agli esordi, per non avere troppi volti riconoscibili tra i personaggi.
Il produttore Domenico Procacci ha espresso il suo entusiasmo per il progetto:"Fandango voleva lavorare da tempo su temi di questo tipo e con Netflix abbiamo trovato l'accordo. Spesso negli show americani osserviamo scenari che appartengono al nostro immaginario ma la cinematografia italiana li approfondisce davvero poco".
Protagonista nel ruolo della giovane Ade sarà Antonia Fotaras, in un cast che comprende anche Giada Gagliardi, Adalgisa Manfrida, Manuela Mandracchia e Lucrezia Guidone.
Le riprese sono durate sedici settimane e tra le location figura anche il castello di Montecalvello, appartenuto all'artista francese Balthus.

Quanto è interessante?
1
La Luna NeraLa Luna NeraLa Luna NeraLa Luna NeraLa Luna NeraLa Luna NeraLa Luna NeraLa Luna Nera