di

Nella quarta stagione di Cobra Kai non possiamo fare a meno di notare un grande cambiamento nel personaggio di Terry Silver, interpretato da Thomas Ian Griffith già nel film Karate Kid III - La sfida finale. Silver è ancora efficace come antagonista? Scopriamolo insieme!

In Karate Kid III avevamo conosciuto Terry Silver come ex compagno del Vietnam di John Kreese, al quale quest'ultimo aveva spesso salvato la vita. Nel film, Silver appare come un personaggio sadico e violento, dotato di una cattiveria che però non viene approfondita a sufficienza ed è un segnale della bidimensionalità della storia e dei personaggi del terzo capitolo cinematografico del franchise.

Per fortuna la serie Netflix ha saputo schivare questo rischio, grazie a una scrittura che ha tracciato un enigmatico percorso di evoluzione di Terry Silver in Cobra Kai. In principio, l'arrivo del personaggio interpretato da Griffith fa riemergere la faida con LaRusso: Silver dimostra di essere pronto a combattere nuovamente al fianco di Kreese, uscendo dalla gabbia dorata dentro la quale si era costretto.

L'insegnamento che Silver porta agli allievi del dojo Cobra Kai è quello di abbracciare le proprie paure e trovare un proprio equilibrio, al fine di destabilizzare gli avversari e sfruttare le loro debolezze a proprio vantaggio.

Ma dal momento dello scontro tra Terry Silver e Daniel LaRusso si fa strada un sospetto che accompagna lo spettatore al culmine raggiunto nell'episodio finale di Cobra Kai 4, dove il villain svela finalmente tutte le sue carte. Nel suo ruolo di antagonista, il personaggio interpretato da Griffith ha davvero agito come un cobra, preparando il suo agguato nell'ombra per poi affondare il colpo decisivo.

Non ci resta che vedere cosa riserverà la prossima season della serie Netflix, le cui riprese sono terminate lo scorso mese: ecco la nostra ipotesi sulla finestra di uscita di Cobra Kai 5.

Quanto è interessante?
2