Come finisce la quarta stagione di Gomorra? Il riassunto del finale, aspettando la 5

Come finisce la quarta stagione di Gomorra? Il riassunto del finale, aspettando la 5
di

L’ultima puntata della quarta stagione di Gomorra è andata in onda su Sky e Now TV il 3 maggio 2019 con gli episodi 11 e 12. Recentemente, con la messa in onda in chiaro anche su TV 8, scopriamo insieme in che modo finisce per prepararci alla stagione 5.

Il finale della quarta stagione di Gomorra (ma che vuol dire Gomorra?) si conclude con due episodi andati in onda lo stesso giorno. Il primo episodio è l'undicesimo e qui vediamo subito come l’alleanza Patrizia-Enzo-Michelangelo abbia prodotto uno strano tentativo, ovviamente fallito, di eliminare la famiglia Levante. Patrizia vuole ucciderli per evitare che loro la facciano fuori per prendersi il territorio di Secondigliano, Enzo per vendicarsi del loro tentativo di ucciderlo e Michelangelo, nonostante in realtà faccia parte della famiglia Levante, ha deciso di stare dalla parte di Patrizia per amore suo e della loro futura figlia Bianca.

A far fallire il piano è Enzo che ad inizio episodio si becca anche i rimproveri di Patrizia. Michelangelo invece fa finta di non sapere nulla e torna dalla sua famiglia pur sospettando che dietro tutto questo possa esserci lo zampino di Patrizia e forse anche del loro stesso membro della famiglia. In tutto questo gli chiedono di andare a Bologna, ma lui capisce che è un modo per allontanarlo dall'uccisione di Patrizia e nonostante provi a rifiutarsi, il padre gli fa capire che sa che lo ha tradito e sta già portando molta pazienza perché, appunto, e suo figlio.

Michelangelo va a Bologna, mentre i suoi fratelli piazzano delle bombe nel capannone di Patrizia. Quando la proprietaria giunge a destinazione, i fratelli Levante non hanno nemmeno il tempo di azionare il detonatore che arriva la polizia, chiamata da Michelangelo, e arresta Patrizia e i suoi scagnozzi. Viene a sapere di questa cosa dal magistrato e da Michelangelo stesso al suo ritorno che la invitano anche a confessare per il bene del suo futuro e di sua figlia.

Lei si rifiuta, pur consapevole che la sua permanenza in carcere possa essere dannosa. Infatti la sua stessa suocera prova ad organizzare un complotto di detenute per ucciderla, ma viene sventato da una traditrice che porta Patrizia a pestare a morte l'esecutrice materiale del delitto.

Intanto Gennaro segue con ansia da fuori la detenzione di Patrizia e il rischio che possa parlare contro di lui: la moglie Azzurra lo sobilla a temere che lo faccia, e persino ad ammazzarla; lui per ora vorrebbe darle fiducia, ma è abbastanza preoccupato.

L'episodio 12 si apre con Gennaro che teme che il suo progetto di nuova vita non stia andando per il verso giusto. Il progetto dell'aeroporto proseguono a gonfie vele con tanto di partecipazione della moglie Azzurra, ma lui sta in disparte preoccupato da Patrizia anche perché il magistrato Ruggeri sta facendo di tutto per convincerla ad incastrarlo.

Patrizia, intanto, è uscita indenne, e la sua gravidanza pure, dall’attentato in carcere, ma ora ha paura e chiede di parlare con Ruggeri: il quale le spiega che per uscire subito deve confessare qualcosa di esatto e concreto, e lei si gioca di avere ammazzato Scianèl. A quel punto la portano in un motel sul mare dove dovrebbe essere nascosta e protetta per registrare la deposizione e metterla in un programma di protezione, ma qui decide di cambiare versione e parlare dei Levante.

Gennaro nel frattempo le prova tutte: affronta Ruggeri a scuola dato che il figlio del magistrato è nella stessa classe del figlio di Gennaro, ma quello lo rimette al suo posto e decide di affrontare anche lo zio Levante chiedendogli di far liberare Patrizia, avvisandolo che se lei parla rischia pure lui, ma quello lo rimette nuovamente al suo posto nonostante la minaccia di Gennaro. Alla fine va da Capaccio che fa da intermediario per un incontro con Michelangelo: Gennaro gli chiede di scoprire dove si trovi Patrizia, perché lei ha chiesto di essere aiutata a evadere.

Michelangelo accetta e rivela a Capaccio il nascondiglio di Enzo, ma l'agguato fallisce perché un ex camorrista di Enzo passato con Capaccio decide di tradire anche il suo nuovo alleato informando il suo vecchio boss. Purtroppo, però, a morire sarà Maria, la ragazza di Enzo che ha pagato con la vita la sua assenza.

A questo punto ha inizio il piano escogitato da Michelangelo e Gennaro: il primo si costituisce e dice al magistrato che vuole collaborare e lo portano da Patrizia nel motel. Questo permette agli uomini di Gennaro di scoprire dove si nascondono. Gennaro, nel frattempo, fa uccidere Gerlando Levante e signora.

Michelangelo e Patrizia si ricongiungono, ma in pochi minuti arrivano due uomini di Gennaro che uccidono i due poliziotti e si portano via la coppia portandoli nella pista dell'aeroporto di Gennaro in cui li attende un piccolo aereo. Michelangelo ringrazia Gennaro e sale sull’aereo ad aspettare Patrizia per partire.

Perde tempo perché nel frattempo deve discutere con Gennaro. Lui le chiede se il magistrato ha chiesto di lui, lei dice di no, ma Gennaro ha ancora qualche dubbio. La ragazza gli chiede di fidarsi, ma Gennaro con la celebre uscita: "ti ricordi quando ti ho detto che non ti devi fidare di nessuno? Ecco, neanche di me” decide di ammazzare Michelangelo nell’aereo. Pochi secondi dopo muore anche Patrizia.

La stagione termina con Gennaro in un covo di uomini di Maestrale, che lo accolgono e lo portano in un nascondiglio dentro un’officina nascosto nel doppio fondo di un soppalco. In tutto questo, il pubblico si è chiesto: che fine ha fatto Ciro?

Quanto è interessante?
0