Critiche ai primi episodi di The handmaid's tale 3

Critiche ai primi episodi di The handmaid's tale 3
di

Dopo aver visto in anteprima i primi sei episodi della terza stagione di The handmaid's tale, la serie distopica ispirata al libro di Margaret Atwood, i giornalisti di alcune importanti testate si sono dimostrati poco convinti sulla riuscita di questo nuovo capitolo.

La terza stagione di The handmaid's tale (su Everyeye.it trovate le dichiarazioni degli showrunner e di Elisabeth Moss su The handmaid's tale 3), la serie tv ispirata al romanzo distopico di Margaret Atwood e la cui messa in onda è prevista per il prossimo 5 giugno, ha ricevuto critiche negative da parte dei giornalisti che hanno potuto guardare in anteprima le prime sei puntate.

L'ultimo episodio si era concluso con la decisione della protagonista June di non scappare dalla repubblica di Galaad insieme a Emily e alla figlia appena nata, ma di restare nella speranza di riuscire a liberare anche la bambina avuta dalla precedente relazione.

A proposito della terza stagione il sito Entertainment Weekly scrive che se il finale di The handmaid's tale 2 (di cui trovate la recensione su Everyeye.it) aveva lasciato perplessi gli spettatori, i primi episodi della nuova stagione non cambieranno l'opinione di chi aveva criticato quella scelta. Viene evidenziato, inoltre, il ripetersi di un ciclo fatto di continue difficoltà che fanno apparire sempre più lontana la possibilità di un destino migliore.

Una critica simile la rivolge anche l'AV Club,che definisce la storia sempre più deprimente.

l pareri non sono molto migliori su USA Today che identifica il problema principale di questo terzo capitolo nella mancanza di una solida base, come era avvenuto per la prima stagione che si fondava sul libro della Atwood, che non a caso nel 2018 aveva vinto il Gloden Globe come miglior serie tv.

In particolare, nella nuova stagione il tentativo di approfondire le dinamiche interne dello Stato di Galaad fa emergere alcune crepe nella costruzione di questa società.

Indiewire esprime un giudizio più moderato, considerando i nuovi episodi più lenti e laboriosi rispetto ai precedenti, ma comunque avvincenti (come d'altronde faceva già presagire il primo spot di The handmaid's tale 3)

Infine, su Hollywood Reporter si legge un'opinione che racchiude un po' le precedenti, definendo la serie tv ricca di elementi da ammirare e rispettare, se non fosse per la sensazione di stare assistendo ad uno spettacolo che non ha più molto da dire, come invece accadeva nelle stagioni passate.

FONTE: DigitalSpy
Quanto è interessante?
2