Netflix

Daredevil 3: il celebre combattimento in piano sequenza non è idoneo per gli Emmy

Daredevil 3: il celebre combattimento in piano sequenza non è idoneo per gli Emmy
di

Daredevil, una delle serie Marvel più belle dell'intero catalogo Netflix, ha subito un "piccolo affronto". La famosa scena di combattimento della durata di ben undici minuti non è stata inserita nel ballottaggio della categoria Stunt valita per l'assegnazione degli Emmy. I motivi?

La sequenza in questione è stata ritenuta sia dalla critica che da pubblico come una delle migliori mai apparse in uno prodotto televisivo. Un susseguirsi di scene action che hanno visto il personaggio interpretato da Charlie Cox cercare di scappare da una prigione in un susseguirsi di combattimenti dietro l'altro.

A spiegare il motivo della mancata nomination ci ha pensato direttamente lo showrunner di Daredevil Erik Oleson, attraverso un post su twitter:

"L'Academy consentiva soltanto una clip dalla durata di tre minuti quindi, sfortunatamente, quell'epica sequenza non idonea per essere presa in considerazione".

Il piano sequenza realizzato per Daredevil 3 ha infatti raggiunto una durata considerevole di quasi undici minuti e quindi impossibilitata per rientrare nei parametri della categoria Stunt (Miglior coordinamento stunt per una serie drammatica, miniserie o film).

Daredevil si è conclusa con la terza stagione dopo l'annuncio della chiusura da parte di Netflix. Molti fan sperano ancora nel ritorno del diavolo di Hell's Kitchen magari all'interno di una nuova piattaforma, così come rimangono propositivi gli ex attori della serie, come dimostrano le parole di Vincent D'Onofrio sul ritorno del cast.

Quanto è interessante?
7