Daredevil: ci sono due riferimenti a Civil War che potreste non aver notato

Daredevil: ci sono due riferimenti a Civil War che potreste non aver notato
di

Daredevil è una delle serie Netflix di supereroi più riuscite. Nonostante non sia considerato canonico con il MCU, lo show ha curato i collegamenti con l'Universo Marvel e i suoi prodotti arrivati in quel periodo. In particolare, in un episodio, ci sono dei riferimenti a Civil War, in cui i fan si sarebbero aspettati di vedere Daredevil.

Come sappiamo, Civil War ha aperto la Fase Tre del MCU, e ha portato sullo schermo uno scontro tra supereroi, in cui vediamo anche il ruolo e il coinvolgimento del governo. In tanti hanno richiesto la presenza anche Matt Murdock nel film, ma ovviamente questo non era possibile per motivi già noti. Tuttavia, la serie, non sapendo se ci sarebbe stata la possibilità di coinvolgere il suo eroe o meno nella pellicola in arrivo, ha deciso in ogni caso di seminare dei riferimenti a quest'ultima.

Ci sono due momenti in particolare che sono saltati all'occhio degli spettatori. Il primo vede Matt nella sala d'attesa della stazione di Polizia. Accanto a lui c'è un poster, che recita "non c'è bisogno che riveli la tua identità per fermare i crimini violenti". Potrebbe sembrare qualcosa di casuale, ma è sicuramente un riferimento all'obbligo di registrazione di tutti i supereroi di Civil War.

Un altro riferimento, decisamente più evidente, lo troviamo nell'episodio 8. Qui Matt Murdock difende con grande forza il vigilante Frank Castle, raccontando quanto le figure dei vigilantes siano necessarie, poiché ci sono problemi che la giustizia tradizionale non può risolvere. Il suo discorso è chiaramente collegato ai fumetti di Civil War, dove Murdock nei panni di Daredevil è dalla parte di Captain America, contro la registrazione.

Quanto è interessante?
4