David Weil, creatore di Hunters, risponde all'associazione Auschwitz Memorial

David Weil, creatore di Hunters, risponde all'associazione Auschwitz Memorial
di

Nella serie presente nel catalogo di Amazon Prime Video è andata in onda la controversa scena di scacchi umani in Hunters, che ha attirato le attenzioni dell'associazione Auschwitz Memorial. Il creatore dello show ha voluto rispondere alle osservazioni.

In particolare l'associazione ha affermato la pericolosità della scena, inventata dagli autori per sottolineare la crudeltà del regime nazista, ma che si presta alla critiche dei negazionisti. David Weil ha voluto rispondere, attraverso una dichiarazione concessa ai microfoni di Variety, alle osservazioni: "Hunters è una serie drammatica con personaggi inventati, ma è ispirata a fatti realmente accaduti. Ma non è un documentario, e non si è mai spacciata come tale. Nel creare questa serie è stato importante per me capire quali sono le sfide e i motivi nel raccontare una storia sull'Olocausto: come posso farlo senza ispirarmi ai racconti personali e alle esperienze di una persona specifica?".

Il commento continua parlando della scena in questione: "Parlando in particolare della scena degli scacchi si è un evento inventato, ma perché penso che sia un momento importante dello show? Per controbattere il revisionismo storico che insabbia i crimini dei nazisti, ho voluto mostrare gli atti di sadismo e di violenza compiuti dai nazisti contro ebrei e le loro altre vittime. Perché ho voluto creare un evento quando è pieno di esempi del genere? Semplicemente non volevo mostrare quei veri momenti di tortura, nonostante fosse vero che i nazisti organizzassero dei giochi crudeli e sadici contro le loro vittime".

Infine David Weil ha voluto ringraziare l'associazione per il suo ruolo nel mantenere il ricordo di quei crimini.

Se non lo avete ancora letta, vi segnaliamo la nostra anteprima di Hunters.

FONTE: cb
Quanto è interessante?
2