Disney supera Netflix? Aumento dei prezzi su Disney+ e abbonamenti ADV dall'8 dicembre

Disney supera Netflix? Aumento dei prezzi su Disney+ e abbonamenti ADV dall'8 dicembre
di

Giornata storica per Disney+, che diventa il primo servizio streaming in assoluto a superare il numero di abbonamenti sottoscritti invece presso Netflix. Ma non si ferma qui: il piano di abbonamenti ridotti grazie alle pubblicità che Netflix promette di lanciare da mesi, Disney+ l'ha già pronto. Ecco i primi prezzi.

La Walt Disney Company sta mettendo in pratica una strategia di distribuzione martellante per i suoi servizi di streaming. Solo fra le serie di Star Wars e i tantissimi show in arrivo dal Marvel Cinematic Universe – solo ieri la serie animata I Am Groot, fra pochissimo lo She Hulk metà cinecomic metà legal drama, ora spinge sull’inclusività LGBT in Ironheart – riesce a riempire ogni settimana con nuovi prodotti originali. Questo le ha permesso, prima nella storia dello streaming, a battere in abbonamenti chi lo streaming l’aveva lanciato: Netflix. Ma c'è un problema non indifferente, a dire il vero.

Secondo quanto riportato inizialmente da Deadline, la Casa di Topolino chiudeva il terzo trimestre fiscale del 2022 a 221,1 milioni di abbonamenti sottoscritti, contro i 220,67 milioni di abbonati Netflix che ne aveva persi un milione di abbonati negli ultimi tre mesi, la più grande subperdita dell’azienda dalla sua fondazione, frutto anche della fuga da panico generato dopo il primo calo di 200 mila registrati in precedenza. Ciò di cui la fonte non ha tenuto conto (salvo poi successiva correzione) è la diversa formula di calcolo dei suddetti: se i numeri di Netflix fanno riferimento ai singoli abbonati che hanno accesso a un unico servizio streaming, quelli di Disney considerano anche le altre piattaforme oltre a Disney+.

In questo modo, pacchetti di abbonamento bundle contenenti, per esempio, l'accesso a Disney+ e Hulu, vengono conteggiati come doppio abbonamento. Se dunque Disney batte (apparentemente) Netflix in termini di abbonamenti - sempre secondo il suo conteggio - lo stesso non si può dire per quanto riguarda gli abbonati, che rimangono 220 milioni per Netflix ma si riducono per Disney rispetto ai 221 riportati e che includerebbero Disney+ (152 milioni), ESPN+ (22,8 milioni) e Hulu a (46,2 milioni). Sono gli stessi numeri che incoraggiano una quarta stagione di The Orville prima impossibile. Attualmente, Disney è in rialzo di quasi il 5% a Wall Street.

Nel frattempo, Disney si porta anche avanti su Disney+ With Ads, formula pensata in origine da Reed Hastings proprio per Netflix. I piani premium senza pubblicità di Disney+, attualmente a 7,99 dollari al mese o 79,99 all'anno, passeranno a 10,99 al mese o 109,99 all'anno entro l'8 dicembre. Oggi annunciano nuovi piani bundle mensili con ADV: Disney+ e Hulu a 9,99$; Disney+, Hulu ed ESPN+ a 12,99$. Questi invece i singoli piani ADV (e non) in arrivo:

- Disney+ Basic o Hulu Basic (con pubblicità): 7,99$ al mese
- Disney+ Premium (senza pubblicità): 10,99$ al mese e 109,99$ all'anno.
- Hulu Premium (senza pubblicità): 14,99$ al mese

Gli ADV permetteranno quindi, semplicemente, di evitare il rincaro dall’8 dicembre. Non ci saranno annunci pubblicitari nei programmi per la fascia elementare e materna.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
6