Doctor Who: Eccleston spiega perchè rifiutò di apparire in The Day of the Doctor

Doctor Who: Eccleston spiega perchè rifiutò di apparire in The Day of the Doctor
di

Se David Tennant continua a ribadire che non esiterebbe a tornare in Doctor Who, se dovesse presentarsi l'opportunità, Christopher Eccleston spiega perché, invece, lui rifiutò di farlo per The Day of the Doctor.

Lo speciale per il cinquantesimo anniversario di Doctor Who, The Day of the Doctor, andato in onda nel 2013, è ancora oggi uno degli episodi più amati della serie.

L'evento di 77 minuti, che vinse anche l'Audience Award ai BAFTA di quell'anno, riuniva ben tre Dottori sullo stesso schermo, nello stesso momento.

David Tennant (Ten), Matt Smith (Eleven) e il compianto John Hurt (The War Doctor), accompagnati dalla brillante Clara (Jenna Coleman) e dall'arma senziente dalle sembianze di Bad Wolf, a.k.a. Rose Tyler (Billie Piper), univano le forze per combattere la minaccia Zygon, ma anche i demoni interiori dello stesso Dottore (anzi, Dottori).

Ma come è risaputo, il ruolo che finì per interpretare Hurt era in realtà stato scritto per il Dottore di Christopher Eccleston (Nine), la prima reincarnazione della nuova serie, che però rifiutò di tornare nello show.

Eccleston avrebbe ora rivelato il motivo del suo no al Rose City Comic-Con.

"Quando iniziò la lavorazione dello speciale, parlai con loro [la produzione]. Ma non mi sembrò che quello che mi avevano chiesto di fare rendesse giustizia al Nono Dottore, e dissi di no".

L'attore ha poi continuato dicendo che si sentiva ancora ferito dal trattamento riservatogli dalla BBC nel momento della sua dipartita dallo show.

Eccleston ha recentemente rivelato nella sua autobiografia di aver combattuto a lungo con l'anoressia, condizione che lo affliggeva anche durante le riprese della serie.

FONTE: RadioTimes
Quanto è interessante?
2