Dr. House doveva avere un villain: il retroscena sulla trama

Dr. House doveva avere un villain: il retroscena sulla trama
di

Dr. House ha stupito tutti fin dal suo arrivo in televisione nel 2004 grazie al suo cast complicato di personaggi e nuovi misteri da svelare ogni settimana. I fan erano entusiasti di osservare le avventure del genio misantropo Gregory House, ma gli è sempre mancato qualcosa.

Con una serie dedicata a un protagonista dai comportamenti perlopiù negativi, non sorprende che i dirigenti della rete avessero delle idee alquanto particolari sullo sviluppo della serie. Sebbene la rete non abbia mai spinto gli scrittori a rendere House più simpatico, hanno avuto alcuni problemi per quanto riguarda le persone che lo circondavano.

All'inizio della serie, infatti, la Fox ha insistito sul fatto che House avrebbe dovuto costantemente avere a che fare con un nemico e i suoi estenuanti comportamenti ostacolanti. Il creatore David Shore non era felice dell'idea, ma ha ceduto e ha creato l'amministratore dell'ospedale Edward Vogler.

Tuttavia, Shore non ha mai voluto che Vogler rimanesse a lungo. Fin dal primo momento ha dichiarato che Vogler sarebbe stato nello show solo per alcuni episodi. Poiché la serie ha avuto sempre più successo, Shore è stato in grado di scrivere più liberamente il personaggio di Vogler e a inserirlo efficacemente all'interno di ben specifici episodi.

Scoprite che cosa non ha funzionato nel finale di Dr. House e le 5 scene cult che non dimenticheremo mai di Dr. House nei nostri approfondimenti.

Quanto è interessante?
0