Dr. House, tutto quello che non ha funzionato nel finale di serie

Dr. House, tutto quello che non ha funzionato nel finale di serie
di

Dr. House è un medical drama che si svolge nel New Jersey Princeton Plainsboro Teaching Hospital. Racconta le vicende, ricche di alti e bassi, del genio Gregory House (Hugh Laurie) e del suo team mentre affrontano i misteri medici attesi ogni settimana.

Essendo uno specialista in malattie infettive, House e la sua equipe di solito si trovano coinvolti quando i pazienti mostrano sintomi che non possono essere immediatamente spiegati. A causa dell'attenzione dello show sulla ricerca di indizi, lo stesso Gregory House è stato effettivamente scritto per essere basato su un altro iconico investigatore: Sherlock Holmes.

Sebbene il dottor House sia un personaggio complesso - spesso una presenza pungente e sarcastica, ma che ha la capacità di provare compassione genuina verso i suoi amici e alcuni pazienti - quella complessità a volte può ritorcersi contro. Tutto questo si può osservare maggiormente nel finale che, per quanto sia stato sublime, presenta alcuni problemi.

Per molti spettatori House sarebbe dovuto morire nell'incendio. Il dottor Gregory House è un tossicodipendente. Lo è sempre stato e sempre lo sarà. E se lo show avesse davvero voluto che il suo personaggio terminasse la sua corsa con lui che riceveva il trattamento di cui aveva bisogno, avrebbero dovuto chiudere tutto con la stagione 5: un bel finale con una canzone perfetta che avrebbe potuto servire come finale di serie. Non lo fecero e i creatori hanno cercato di sottoporlo alla terapia che fino all'ultimo non ha funzionato.

House incolpa lo psichiatra di aver sprecato il suo tempo con metodi inefficaci, ma la brutale verità è che lo show si è rifiutato di affrontare il fatto che l'unico problema è solo lui. La settima stagione dimostra come il treno sia ormai troppo lontano perché House è semplicemente incapace di essere ciò che la Cuddy aveva bisogno che fosse. Ecco perché il romanticismo era in definitiva solo l'ultima ancora di salvezza di un uomo disperato, l'ultima scintilla di luce in un'esistenza altrimenti senza speranza. La mancanza della Cuddy nell'episodio finale è un'altra grave problematica riscontrata dagli spettatori.

Quindi, quando arriva l'ultimo episodio della stagione 8, ci viene finalmente dato quello che molti pensavano avrebbe dovuto essere il modo in cui House se ne andava: suicidio per incendio. Invece riesce a scamparla finendo in maniera poetica, ma forse poco incline alla storia stessa del personaggio che ora ricomincerà la sua nuova vita ancora più solo di prima visto che al suo unico amico gli resta poco tempo per vivere.

Voi cosa ne pensate? Siete d'accordo con questa visione? Fatecelo sapere nei commenti. Mentre in molti continuano a vederlo come un finale perfetto, noi vi raccontiamo i 5 errori medici più imperdonabili in Dr.House.

Quanto è interessante?
2