Dr. House, non solo Sherlock: ecco l'altra grande ispirazione della serie

Dr. House, non solo Sherlock: ecco l'altra grande ispirazione della serie
di

Dr. House - Medical Division è indubbiamente una delle serie televisive che più ha appassionato gli spettatori lasciandoli incollati davanti allo schermo per ben otto stagioni. Nel corso degli anni ha avuto diversi alti e bassi, ma ecco una curiosità che forse non conoscevate.

La pazzia e la simpatia di Gregory House, molto simile a quella di un altro noto personaggio come Sherlock Holmes, l’hanno resa unica nel suo genere, differenziandola da tutte le serie mediche che vengono trasmesse in tv. In realtà, oltre a Sherlock Holmes, i produttori hanno preso spunto da un'altra fonte che ha poco a che vedere con un personaggio storico.

La serie prende spunto, in tutto e per tutto, dai romanzi sul celebre detective Sherlock Holmes tanto che in ogni episodio ha origine un giallo diverso che il protagonista, attraverso le proprie capacità mediche e deduttive, deve risolvere basandosi su vari indizi, spesso poco evidenti o che possono indurre in errore.

I misteri medici sono, invece, stati ispirati da una rubrica del New York Times dedicata ai casi clinici particolarmente problematici. In particolare si trattava della rubrica mensile "Diagnosis" di Lisa Sanders pubblicata regolarmente sul New York Times Magazine. Sanders, un'internista della facoltà della Yale University School of Medicine, è anche diventata la consulente tecnica dello spettacolo.

Conoscevate questo retroscena? Dr. House comunque è ormai terminata da anni, a voi è piaciuto il finale di Dr. House? In ogni caso il personaggio di Dr. House ha mostrato una certa fine già nella precedente stagione quando Cuddy e House hanno rotto il loro rapporto nel modo peggiore al termine della settima stagione. Era un evento abbastanza telefonato visto il carattere di House e la mancanza di volontà da parte di Cuddy, ma almeno i due ci hanno provato.

Quanto è interessante?
1