Dr. House: ecco la teoria del sogno riguardo al finale della serie

Dr. House: ecco la teoria del sogno riguardo al finale della serie
di

Nella puntata finale della serie Dr. House possiamo osservare il protagonista che dopo un grave incendio è vivo e vegeto e il suo unico desiderio è quello di stare accanto al suo grande amico Wilson negli ultimi mesi di vita che gli restano a causa del cancro. E se non fosse così?

L'episodio finale di Dr. House (episodio 22 dell'ottava stagione), dal titolo Tutti muoiono, si può osservare una scena sicuramente indimenticabile.

Nelle due ore di puntata, la scena più importante riguarda la fittizia morte di Dr. House. Dopo giorni che Wilson e Foreman non vedevano House, scoprono che anche Oliver era scomparso dall'ospedale e sospettando che il primo fosse andato dal secondo per procurarsi dell'eroina, vanno a casa del ragazzo. Qui vedono subito un edificio in fiamme e scoprono che al suo interno vi è House, ma quando se ne accorgono l'edificio esplode. Un medico legale poi confermerà, attraverso le impronte dentali, che uno dei corpi bruciati era proprio quello di House.

Viene quindi celebrato un funerale, e qui Wilson nel suo discorso etichetta il suo amico come un arrogante, insensibile ed egoista. All'improvviso, però, gli arriva un messaggio sul telefonino con la scritta: "Stai zitto, idiota!". Preso di soprassalto decide di tornare a casa e qui trova House che lo attende, sano e salvo. Giustificherà la presenza delle sue impronte dentali nella casa incendiata come un modo per depistare le indagini. Inoltre voleva vivere in tranquillità con l'amico, dato che a quest'ultimo mancavano pochi giorni di vita a causa di un grave cancro.

Se tutto questo, in realtà, fosse un sogno? Questa è una teoria che molti fan della celebre serie TV hanno immaginato dopo averne visto il finale. L'ipotesi, tra l'altro, non è stata mai smentita o confermata dai produttori dello show né da Hugh Laurie.

Questa teoria troverebbe conferma in molti indizi presenti nell'episodio. Innanzitutto il titolo dell'episodio Tutti muoiono (Everybody Dies) è alquanto emblematico. Poi la colonna sonora della puntata, Enjoy yourself, era stata cantata dalla defunta Amber ad House nel corso di una sua allucinazione durante l'episodio Sotto la mia pelle. Si tratta di una canzone che è un inno alla vita, un incitamento a godersi la vita prima che sia troppo tardi.

Altri indizi sono proprio le immagini dell'incendio che non lasciano alcuna interpretazione. È davvero difficile poter immaginare una fuga e ancora più poter immaginare che abbia avuto tempo di sostituire i suoi denti con quelli di Oliver. House, inoltre, nella casa di Wilson dice "Sono morto" come se quella che lo attendesse non fosse una nuova vita tranquilla, ma proprio la vita dopo la morte.

La puntata poi si chiude con la frase di House "il cancro è noioso", un chiaro riferimento alla prima diagnosi del protagonista nel primo episodio della prima stagione dal titolo Una prova per non morire.

Insomma, se House sia davvero morto nell'ultimo episodio della serie o meno non lo sapremo forse mai, ma certamente è stata una puntata che ha mostrato tutto il meglio della serie e ha celebrato davvero un inno alla vita.

Vi lasciamo ai 5 episodi di Dr. House da non perdere assolutamente. Ecco anche i 5 motivi per rivedere la serie televisiva Dr. House.

Quanto è interessante?
5