DuckTales, perché la serie reboot Disney è finita così presto?

DuckTales, perché la serie reboot Disney è finita così presto?
di

Come saprete, la Disney ha cancellato la serie reboot DuckTales, che terminerà con la sua terza stagione. Questa notizia ha deluso molti fan delle avventure di Paperon de' Paperoni e famiglia perché tutto sommato è stata una grande aggiunta all’originale.

Ma partiamo dall’inizio, il reboot di DuckTales è stato annunciato per la prima volta nel 2015 e la prima stagione ha debuttato su Disney XD nel 2017.

Come la serie animata originale, andata in onda tra il 1998 e il 1991, il reboot ha seguito i tanti personaggi della famiglia di Paperon de' Paperoni in varie avventure aggiungendo trame sempre più misteriose e coinvolgenti.

Nel dicembre 2020 è arrivata la notizia della cancellazione di DuckTales da parte della Disney che non ha mai fornito una ragione ufficiale riguardo a questa cancellazione.

Un motivo potrebbe essere legato alla regola interna dei 65 episodi, introdotta da Michael Eisner nel 1984, secondo cui ogni serie televisiva prodotta dalla Disney doveva essere cancellata al raggiungimento del 65° episodio. Nessuno si salvava da questa regola, anche gli show di maggiore successo venivano cancellati con la possibilità comunque di terminarli con un film.

Con la terza stagione il reboot ha raggiunto i 69 episodi trasmessi, infatti la prima stagione è composta da 23 episodi, la seconda da 24 e la terza da 22, lo show ha quindi superato la soglia dei 65 episodi totali.

La Disney però non ci lascerà senza nuove avventure, è infatti in programma un reboot di Darkwing Duck. Il personaggio è già stato introdotto in DuckTales, nella seconda stagione abbiamo visto Drake Mallard - il presidente del fan club Darkwing Duck - diventare Darkwing, mentre sua figlia adottiva Ocalina è stata introdotta nella terza stagione.

Forse, dopotutto, la Disney preferisce concentrarsi su una nuova avventura e produrre una nuova serie dopo le tre stagioni di DuckTales.


Quanto è interessante?
1