Ema Stokholma si confessa a Vieni da Me: "odiavo mia madre, mi picchiava"

Ema Stokholma si confessa a Vieni da Me: 'odiavo mia madre, mi picchiava'
di

Nel corso della puntata di Vieni da Me andata in onda ieri pomeriggio, Caterina Balivo ha intervistato la speaker radiofonica Ema Stokholma, che ha parlato del suo difficile passato e dell'infanzia costellata dalla violenza subita da parte della madre.

Non si è trattata di una prima assoluta, dal momento che anche in passato la Stokholma aveva discusso del suo difficile passato, ma l'intervista di ieri si è aperta completamente. "Mio padre è sparito quando sono nata io, e mio fratello aveva tre anni" ha raccontato.

Sulla madre ha affermato che "è scappata di casa a diciotto anni, quindi non ho mai conosciuto nonni, cugini, zii. Il nucleo familiare eravamo io, mio fratello e mia madre”. Nonostante fosse il suo unico punto di riferimento, però, non ha mai potuto godere del calore materno o di un abbraccio, ma anzi, "a mia madre dava fastidio anche il mio respiro, la voce, il disegno che avevo fatto".

Secondo la Stokholma, però, dietro questa rabbia che la donna aveva nei suoi confronti c'era qualche problema di salute: "credo che lei non stesse bene. Non c’è stato alcun aiuto, alcuna diagnosi, ma credo avesse diversi problemi mentali”. Senza mezzi termini, la speaker ha affermato di aver subito delle violenze, insieme al fratello: "la odiavo profondamente. Non ho mai provato amore nei suoi confronti, non ricordo un abbraccio, nè una carezza", e per questo a quindici anni è finalmente riuscita a scappare per arrivare in Italia, dove ha potuto incontrare il padre. "Lui è una brava persona, si, ma ha la sua grossa parte di colpa. Ha lasciato sola mia madre, me e mio fratello", ha affermato.

Di recente Ema Stokholma è stata al centro di alcune critiche per la radiocronaca di One World, il concerto benefico organizzato da Lady Gaga.

Quanto è interessante?
1