L'ultimo episodio di Better Call Saul pubblicato su Netflix è senza doppiaggio in italiano

L'ultimo episodio di Better Call Saul pubblicato su Netflix è senza doppiaggio in italiano
di

I timori sulle prossime uscite Netflix si sono avverati. Avevamo sospettato, infatti, che alcune delle serie tv in arrivo non avrebbero avuto il doppiaggio in italiano (a causa dell'emergenza Coronavirus) e l'ultimo episodio di Better Call Saul sembra esserne una conferma.

JMM, il settimo episodio della quinta stagione dello spin-off di Breaking Bad, presenta soltanto i sottotitoli in italiano. Oltre alla lingua originale si possono scegliere tedesco, spagnolo e francese.

Insomma, si tratta di una situazione simile a quella di Ozark, i cui episodi presentavano il bannner "Doppiaggio in arrivo. La salute dei doppiatori ha la priorità". In questo caso, però, il doppiaggio è stato caricato con qualche giorno di ritardo. Non è escluso che lo stesso avvenga anche per Better Call Saul, ma al momento gli spettatori hanno a disposizione solo queste opzioni.

La situazione incerta di questo periodo non riguarda solo Netflix, ma anche altri protagonisti della serialità. Già da un paio di settimane, per esempio, The Walking Dead va in onda in lingua originale e sottotitolata su Fox. Si tratta di qualcosa di comprensibile, viste le difficoltà che stanno avendo gli studi di doppiaggio (diversi dei quali hanno chiuso) nel portare avanti il proprio lavoro mentre buona parte del paese è immobilizzata.

In attesa di un ritorno alla normalità, vi rimandiamo alle prime impressioni su Better Call Saul.

Quanto è interessante?
3