Euphoria, Hunter Schafer non vuole che la si indichi come 'attrice trans': 'È umiliante'

Euphoria, Hunter Schafer non vuole che la si indichi come 'attrice trans': 'È umiliante'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Grazie a Euphoria la stella di Hunter Schafer ha preso a brillare più luminosa che mai: la serie di Sam Levinson è stata il trampolino di lancio ideale per l'attrice, che prima di vestire i panni di Jules aveva in effetti già detto di no a un bel po' di offerte per interpretare personaggi trans sul grande o piccolo schermo.

A spiegarne il motivo, in questi giorni in cui si teme la cancellazione di Euphoria 3, è stata Schafer stessa: "Mi sono state offerte tonnellate di ruoli trans, ma semplicemente non volevo farlo. Non volevo parlarne" sono state le parole dell'attrice recentemente vista nel prequel di Hunger Games, La Ballata dell'Usignolo e del Serpente.

"Se avessi accettato sarei stata identificata per sempre come 'l'attrice transessuale'. [...] Mi ci è voluto un po' per capire che non volevo essere ridotta a questo, penso che sarebbe umiliante per me e per tutto ciò che voglio fare. Specialmente dopo le scuole superiori, ero davvero stanca di parlarne. Ho lavorato durissimo per arrivare a questo punto, ho passato dei momenti davvero duri dopo la transizione, ora voglio semplicemente essere una ragazza e andare avanti" ha poi proseguito Schafer. Nell'attesa di rivedere (si spera) Hunter Schafer nel futuro dello show, comunque, ecco quale dovrebbe essere la trama di Euphoria 3.

FONTE: indiewire

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi