di

Nel corso di un panel organizzato con creatori e attori del cast di Euphoria all'ATX Festival, la protagonista Zendaya ha insistito sull'importanza del nuovo show della HBO, in arrivo sulla rete il 16 giugno prossimo.

Nel corso del festival è stato mostrato in anteprima il primo episodio dello show, che riflette sul problema dell'abuso di droghe e di medicinali negli Stati Uniti d'America, principalmente per la fascia che riguarda gli adolescenti. Sam Levinson, figlio del Premio Oscar Barry Levinson, e creatore/regista dello show ha dichiarato di essersi ispirato a fatti accadutigli direttamente: "Un sacco di roba è vera. Sono stato un drogato per molti anni, e ho lottato con ansia e depressione, come la protagonista. Sebbene mi sia ripulito a 19 anni, ancora mi ritrovo a lottare con quelle ansie, quella depressione e tutte quelle cose che mi hanno portato al problema".

Lo show segue la protagonista Rue - interpretata da Zendaya - nei suoi primi giorni dopo essere stata rilasciata dal centro di riabilitazione in cui era finita per abuso di sostanze stupefacenti e sebbene Euphoria non cerchi di rendere glamour o appetibili la pratica di uso di droghe non ne nasconde nemmeno l'attrattiva. "Se non mostrassimo il sollievo che le droghe procurano - non sto dicendo che siano la soluzione ma è così che ti fanno sentire in quel momento ed è questo che le rende così distruttive - perderebbe il suo impatto. Ci abbiamo riflettuto parecchio - ha continuato Levinson - anche internamente con la HBO. Volevamo far percepire che quando si fa uso di sostanze, quando si commettono degli errori, ci si sente impotenti".

Zendaya ha quindi aggiunto: "Molte di queste storie sono così specifiche. Questo è quello che ci ha avvicinato a Sam, che non solo è il nostro regista e il nostro leader ma anche qualcuno con cui confidarsi. E' stato sempre molto aperto con me".

L'idea alla base di Euphoria è un messaggio ottimistico per tutte quelle persone che hanno sofferto problemi simili, non solo il poter sopravvivere ma anche trovare il modo di andare avanti: "Penso che tutti i giovani si sentano in quel modo o la gente in generale, si sentono persi. Ci sono momenti di speranza e di bellezza anche in queste cose e penso sia il motivo per cui lo show sia così importante e così ben fatto: esplora l'oscurità ma suggerisce anche dei momenti di luce e speranza che vorreste tenervi stretti. Poi scompaiono, poi li ritrovi ancora. Questa è la vita".

Euphoria debutterà su HBO il 16 giugno prossimo. Zendaya dal 10 luglio sarà anche nelle sale italiane con l'atteso Spider-Man: Far From Home che introdurrà il concetto di Multiverso e il personaggio di Mysterio.

FONTE: TVGuide
Quanto è interessante?
2