Nel finale di The Mandalorian c'è un riferimento a Dungeons & Dragons

Nel finale di The Mandalorian c'è un riferimento a Dungeons & Dragons
di

La prima stagione della serie Star Wars: The Mandalorian si è conclusa nei giorni scorsi con l'uscita dell'ultimo episodio su Disney+, e chi vuole può brindare al nuovo anno ascoltando a mezzanotte in punto una battuta di Emily Swallow. Nell'ultimo episodio è emerso anche un inaspettato riferimento a Dungeons & Dragons.

Nel corso dell'episodio, in cui è presente una delle scene più divertenti di The Mandalorian, il personaggio di Cara Dune (interpretato da Gina Carano) rivela che l'Impero utilizza, nel corso degli interrogatori, i Mind Flayer. Sembrerebbe far riferimento a una sorta di robot o dispositivo automatico, ma è anche il nome del grande villain di Stranger Things, che è a sua volta ripreso da quello di uno dei mostri più popolari del celebre gioco di ruolo.

In Dungeons & Dragons, i Mind Flayer (detti anche Illithid) sono una razza di creature intelligenti, che desiderano nutrirsi dei cervelli delle persone. Le loro abilità psichiche e i loro piani per il dominio del mondo li rendono mostri popolari nelle campagne D&D ed è per questo che Mike e i suoi amici chiamano così il loro misterioso nemico in Stranger Things.

Anche se non sappiamo (ancora?) cosa sia esattamente un Mind Flayer nell'universo Star Wars, abbiamo già visto una creatura con abilità simili. Si tratta di Bor Gullett, in grado di leggere i pensieri delle persone grazie ai suoi poteri psichici, che appare nello spin-off Rogue One. Possiamo immaginare che la seconda stagione di The Mandalorian contribuirà a chiarire anche questo dubbio.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
6