Game of Thrones, aspettando Winds of Winter: quali sono i prossimi impegni di Martin?

Game of Thrones, aspettando Winds of Winter: quali sono i prossimi impegni di Martin?
di

Siamo tutti in attesa del termine della serie di libri su Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Mancano ancora due libri, ma i ritardi si accumulano anno dopo anno. George R.R. Martin, però, continua ancora a prendere impegni ed ecco i principali oltre al completamento di Winds of Winter.

Lo sceneggiatore di Game of Thrones ha firmato un contratto di cinque anni a otto cifre con HBO per realizzare più progetti televisivi ambientati nelle terre immaginarie di Westeros ed Essos. Come parte dell'accordo, Martin aiuterà la rete via cavo a sviluppare cinque spin-off, ancora senza titoli ufficiali, di Game of Thrones che sono già in lavorazione. Questi si aggiungeranno a House of the Dragon, una serie prequel che ha iniziato le riprese ad aprile ed è ambientata centinaia di anni prima gli eventi di Game of Thrones.

Tra questi progetti pare possa esserci anche una serie animata che presto potrebbe essere distribuita sul servizio di streaming HBO Max. L'accordo, infatti, sottolinea quanto sia cruciale il "Martinverse" per il futuro di HBO e WarnerMedia e con l'aumento della concorrenza globale dello streaming, è più importante che mai possedere contenuti che si distinguano e possano convincere i consumatori ad abbonarsi.

Più impegni, quindi, significano anche ancora più ritardi per i libri. Martin era già impegnato con numerosi progetti collaterali che, ha ammesso, gli hanno impedito di completare The Winds of Winter, il sesto dei sette libri previsti nella sua serie. Il libro precedente, A Dance With Dragons, è stato pubblicato quasi dieci anni fa. È ragionevole presumere che forse Martin non finirà mai i suoi libri.

"Ho anche un'infinità di altre cose da fare, però" aveva scritto Martin sul suo blog a febbraio, aggiungendo che aveva ancora centinaia di pagine da scrivere. Come se non bastassero i progetti di HBO, Martin ha anche annunciato che sta sviluppando uno spettacolo teatrale di Game of Thrones per Broadway e il West End. Rappresenterà "The Great Tourney at Harrenhal", una leggendaria competizione di giostre che ha avuto luogo alcuni anni prima degli eventi dello spettacolo televisivo.

Sta anche producendo altri due spettacoli non relativi a GoT per HBO, oltre a uno per il servizio di streaming di NBCUniversal, Peacock. In questa fase della sua carriera, è più un produttore televisivo che un autore di libri. Voi cosa ne pensate?

Ricordiamo che tutti aspettano questi nuovi libri per osservare un finale differente rispetto alla serie. Ricordiamo che l'insoddisfazione per il finale era arrivato anche da alcuni attori principali. Emilia Clarke aveva commentato l'insoddisfazione del pubblico nei confronti del finale di Game of Thrones, nel quale il suo personaggio cede alla follia e passa praticamente dalla parte dei villain, dopo essere stato per tanti anni tra i favoriti dei fan. L'attrice ha sempre cercato di essere molto diplomatica nell'indirizzare la questione, contrariamente ad altri colleghi come Charles Dance, che si disse confuso dagli eventi dell'ultimo episodio, e Nikolaj Coster-Waldau, che ha rivelato di esserne rimasto un po' deluso.

Quanto è interessante?
3