Game of Thrones: tutti gli attori che hanno criticato l'ultima stagione

Game of Thrones: tutti gli attori che hanno criticato l'ultima stagione
di

Il finale dell'ottava stagione di Game of Thrones non è stato largamente apprezzato dai fan, ed è cosa risaputa: tra petizioni e proteste, abbiamo analizzato tutti i finali alternativi di GOT che avremmo preferito. Se comunque, da un lato, diversi personaggi de Il Trono di Spade hanno avuto la conclusione che meritavano, il malcontento è rimasto.

Ma non si tratta solo degli spettatori, anzi: diversi attori hanno espresso (alcuni in maniera più blanda, altri più accoratamente) il loro disappunto e disagio per come sono finite le vicende narrate da David Benioff e Dan Weiss. Vediamoli insieme.

E partiamo dall'interprete di Sansa Stark, la Sophie Turner diventata da poco madre e che, nonostante si fosse espressa contraria alla petizione voluta dai fan per la riscrittura dell'ottava stagione di Game of Thrones, l'attrice ha dichiarato in un'intervista a TheWrap ad agosto del 2019 che avrebbe voluto vedere una conclusione diversa sia per Sansa, che per Arya e Cersei, ma che era comunque "contenta del finale di Sansa".

Un altro attore che avrebbe preferito qualche differenza nel finale è Kit Harington, interprete di Jon Snow. Pur apprezzando come si siano concluse le vicende a Westeros, Harington, parlando in un'intervista per The Hollywood Reporter, ha dichiarato che avrebbe voluto fosse Jon a uccidere il Re della Notte, e che era piuttosto frustrato per questo, ma che alla fine è stato contento per Maisie Williams (Arya Stark) e per il fatto che sia stata lei a porre fine alla minaccia degli Estranei. Di recente, proprio Kit Harington ha dichiarato che aveva quasi smesso di recitare anche per colpa di GOT.

E parlando proprio di Arya, Maisie Williams avrebbe voluto uccidere Cersei nel finale de Il Trono di Spade, ma che, alla fine, l'arco narrativo del suo personaggio è stato per lei soddisfacente, e le ha permesso di poter dire addio definitivamente alla giovane Stark, cosa di cui l'attrice è contenta.

Un'attrice a cui, invece, il finale del suo personaggio non è proprio piaciuto è stata Gwendoline Christie (Brienne di Taarth), che in un'intervista a Entertainment Weekly ha dichiarato di come fosse rimasta sconcertata leggendo il destino di Brienne e dell'abbandono da parte di Jaime Lannister, e che ha avuto più di una domanda per D&D riguardo tale scelta; alla fine, tuttavia, ha accettato il destino del suo personaggio e si è definita onorata dall'averlo interpretato.

Il disappunto è stato anche di Lena Headey (Cersei Lannister) che, parlando con The Guardian, non solo ha ammesso che avrebbe voluto vedere una morte migliore per Cersei, ma che ritiene che anche altri personaggi non abbiano avuto il finale che meritavano. Nonostante tutto, però, si è detta comprensiva nei confronti di Benioff e Weiss, per il loro difficile compito.

Infine, chiudiamo con l'attore che forse più di tutti si è dimostrato contrariato nei confronti della conclusione di Game of Thrones, ovvero Charles Dance (Tywin Lannister). Charles Dance ha più di una volta espresso la propria delusione per il finale di GOT 8, e, in un'intervista a Good Morning Britain si è definito confuso da quanto mostrato sullo schermo, con le conclusioni dei vari personaggi che, a suo parere, non sono state presentate nella maniera migliore, pur riconoscendo la bravura di D&D nel riuscire a scrivere la sceneggiatura della serie.

E voi cosa ne pensate? Hanno fatto bene gli attori del cast de Il Trono di Spade a esprimere i loro dubbi riguardo al finale? Fatecelo sapere nello spazio dedicato ai commenti!

FONTE: TV Guide
Quanto è interessante?
6