di

All'epoca non ce ne siamo resi conto, ma la battaglia di Approdo del Re ci è stata mostrata in una serie di visioni in almeno due specifici momenti delle prime stagioni di Game of Thrones. Vediamo meglio di cosa si tratta, ma ovviamente attenti agli spoiler.

Sono due, principalmente, gli elementi riconducibili alle vecchie scene di cui parliamo: l'ombra di Drogon sugli edifici della capitale dei Sette Regni e la Fortezza Rossa mandata in frantumi dalle fiamme e dai colpi del drago di Daenerys.

Questi due precisi momenti ci erano stati mostrati in alcune visioni sul futuro nelle prime stagioni di GOT. In merito a Drogon che vola su Approdo del Re, infatti, fu Bran Stark (nell'episodio 2 della Stagione 4) a mostrarci attraverso i suoi occhi la medesima scena, ripetuta nel corso della 8x05 proprio per farci accorgere di questo riferimento.

L'altro momento ci porta indietro addirittura alla Stagione 2, quando Daenerys si avventurò nella Casa degli Eterni per salvare i tre cuccioli di drago. Quella sequenza portò la Khaleesi in una sorta di viaggio onirico tra passato, presente e futuro. In una di queste visioni, Dany si ritrovò niente meno che nella sala del Trono di Spade, cupa e desolata, con il tetto della fortezza scoperchiato e una sensazione di gelo, come se stesse cadendo la neve.

Rileggendo la scena oggi, dopo aver visto l'episodio 8x05, qualcuno ipotizza che in quella scena della Stagione 2 non stesse nevicando, ma che il biancore della sala fosse dettato dalla cenere che, molti anni dopo, proprio Daenerys avrebbe provocato.

Che ne pensate? È possibile tutto questo? E, a proposito della Targaryen, in queste ore una psicologa è intervenuta su Dany.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
5