Game of Thrones: Carice van Houten parla degli Emmy e del suo personaggio nella serie

Game of Thrones: Carice van Houten parla degli Emmy e del suo personaggio nella serie
di

Come potete leggere nella notizia sull'auto candidatura agli Emmy di due attori di Game of Thrones, i protagonisti della celebre serie TV stanno decidendo in modo del tutto autonomo di presentare il proprio lavoro davanti alla giuria. Carice van Houten non è stata da meno e in un'intervista a The Wrap spiega i motivi della sua scelta.

A differenza di Sophie Turner, la cui candidatura è stata inviata direttamente da HBO, l'interprete nativa dei Paesi Bassi ha deciso di seguire l'esempio di Alfie Allen e Gwendoline Christie. Ecco il motivo di questa decisione: "Le persone parlano molto di questo, del fatto che mi sono auto candidata. Ma in realtà è un team di rappresentati del premio che ti contatta e se ti dicono, sai vorremmo candidarti, non diresti mai no non fatelo. Invece ho accettato, ma appena me ne hanno parlato ho iniziato a ridergli in faccia. Una volta che ho realizzato cosa stesse accadendo non riuscivo a crederci".

L'intervista continua parlando del controverso finale della serie, l'attrice quindi racconta cosa avrebbe voluto cambiare della conclusione de Il Trono di Spade: "Ci sono così tante possibilità. Mi sarebbe piaciuto scoprire qualcosa di più del passato di Melisandre, ma al tempo stesso il personaggio era così affascinante perché sapevamo poco di lei. Avrei voluto condividere una scena con Cersei, sono curiosa di sapere cosa sarebbe successo se si fossero conosciute, sarebbe stato un incontro interessante".

Il 22 settembre scopriremo quindi chi vincerà l'ambito premio, nel frattempo vi consigliamo di leggere questa intervista al VFX supervisor di Game of Thrones candidato agli Emmy, in cui spiega il suo processo lavorativo.

FONTE: TheWrap
Quanto è interessante?
2