Game of Thrones, per George RR Martin le "sue" Nozze Rosse sono meglio di Star Wars

Game of Thrones, per George RR Martin le 'sue' Nozze Rosse sono meglio di Star Wars
di

Il creatore di Game of Thrones, George R.R. Martin, ha parlato di come alcune scene da lui messe nero su bianco gli siano valse la fama di autore spietato e imprevedibile, spiegando come la scena del massacro delle ormai celebri Nozze Rosse abbia colpito il pubblico in maniera più forte di alcune morti in Star Wars.

In una recente intervista al The Independent, Martin ha dichiarato infatti: "Star Wars ha ucciso più personaggi di me! Nel primissimo film di Star Wars viene distrutto l'intero pianeta di Alderaan, abitato da circa 20 miliardi di persone e muoiono tutti, ma a nessuno importa". L'autore spiega anche le ragioni dietro a quest'apparente doppia morale: "In realtà non conosciamo il popolo di Alderaan e quindi non proviamo nulla per le loro morti. E' solo un numero".

Martin ha spiegato inoltre che il massacro delle Nozze Rosse è così d'impatto perché i lettori (e gli spettatori) hanno avuto la possibilità di legare con le vittime: "Nel nostro intrattenimento, tv, film, libri, che lungo il secolo si sono evoluti, la morte è spesso trattata con poco riguardo. Qualcuno muore, c'è un mistero che un detective deve risolvere per trovare il colpevole. Ma non consideriamo mai chi sia la vittima, che vita avesse e come sarà la vita degli altri adesso che è scomparso".

"Se devo scrivere una scena di morte, voglio che il lettore senta quel dolore" ha aggiunto l'autore britannico, rivelando di essere soddisfatto di come ha narrato la sequenza di eventi delle Nozze Rosse.

Dopo essere recentemente tornato a commentare le reazioni dei fan alla sua proverbiale lentezza, George R.R. Martin ha raccontato che durante la scrittura di Tempesta di spade aveva lavorato solo alla fine al capitolo delle Nozze Rosse, perché non era pronto a lasciar andare i suoi personaggi: "E' stato un capitolo dolorosissimo da scrivere per me, ho lasciato andare dei personaggi che avevo imparato a conoscere e ad amare. Ho condiviso 9 anni con loro e ho dovuto ucciderli in modo orribile! E' stato difficile".

"E' un capitolo orribile e sconvolge i lettori. Li rende arrabbiati e tristi. Alcuni hanno tirato il libro contro il muro o dentro il camino" ha concluso Martin. "Quando l'abbiamo adattata per la TV, ha avuto lo stesso effetto su decine di migliaia, se non milioni, di persone".

Di recente, George R.R. Martin ha parlato anche del prequel House of the Dragon che si troverà in uno scontro diretto di programmazione con la serie Amazon "Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere", esprimendo la speranza che il confronto sia vinto dalla nuova serie HBO.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
5