Game of Thrones: Isaac Hempstead-Wright parla delle teorie sul suo personaggio

di
Le teorie dei fan su Game of Thrones vanno di pari passo con la popolarità della stessa serie tv. Tra i personaggi più discussi c'è senza dubbio Bran Stark, interpretato da Isaac Hempstead-Wright che nel corso di un'intervista rilasciata per il Nerdist, ha parlato proprio di questo argomento.

Sul web, infatti, dopo aver visto la settima stagione sono sempre più i fan che ipotizzano che Bran sia il Re della Notte, ma lo stesso attore ha respinto l'idea, bollata come "troppo fantasiosa ed hollywoodiana" per gli standard della serie.

La seconda teoria parla del loop temporale del suo personaggio. Secondo molti, il Corvo con Tre Occhi di cui ha preso il posto, che era interpretato da Max Von Sydow, altro non sarebbe che una versione futura, da anziano, di Bran. A riguardo Isaac Hempstead-Wright ha affermato che "si tratta di un'ipotesi più plausibile, dal momento che non avrebbe troppe folle ramificazioni nella linea temporale. Si tratterebbe di una cosa circoscritta che chiuderebbe un cerchio narrativo".

L'attore ovviamente non ha confermato se la teoria corrisponde alla realtà o no, ma ha affermato che "abbiamo già visto Bran stravolgere la sua linea temporale, il che ha creato non pochi paradossi. Quindi se questa teoria fosse un paradosso, sarebbe fantastico e spiegherebbe il motivo per cui è in grado di interferire con gli eventi nel tempo".

Ricordiamo che proprio di recente Sophie Turner, l'attrice che interpreta Sansa Stark, ha confermato la premiere nel 2019.