Game of Thrones stagione 8: il capo HBO difende la decisione della messa in onda nel 2019

di

I fan si sono schierati in una rivolta, nel momento in cui è stata annunciata la messa in onda di Game of Thrones 8, non prima del 2019. Ma il boss della CW, Casey Bloys, difende la sua decisione.

L'ultima stagione del Trono di Spade andrà in onda nel 2019, quindi i fan dovranno aspettare un anno prima di vedere le avventure finali dei propri beniamini, creati dal genio letterario di J. r.r. Martin. E la cosa non è stata recepita in modo esaltante, anzi! Si è alzato un coro di: "Vergogna!" verso chi ha preso la decisione che, nello specifico, è proprio il gran capo di HBO, il presidente Casey Bloys.

Lui ha infatti definito questa decisione "non necessariamente come un ritardo," adducendo che la disposizione del release nel 2019 è arrivata dopo che gli showrunner, David Benioff e D.B. Weiss, hanno definito e comunicato le loro tempistiche per la realizzazione dell'ottava stagione: "Si è basato tutto su quanto tempo loro pensavano di doversi prendere per realizzare il progetto, che dovrà essere uno show del quale andranno fieri."

"Probabilmente," ha proseguito il Presidente, "avrei dovuto dire loro qualcosa come: "dovete finire tutto entro questa data!" Ma lavoriamo con questi showrunner da tanti anni e mi fido se loro mi dicono cose come "Per fare questo show abbiamo bisogno di tot tempo per farlo bene." Quindi non so quanto questo possa considerarsi effettivamente un ritardo, è semplicemente il tempo necessario perché venga consegnato ai fan un prodotto che possa piacer loro, quello, cioè, che si aspettano di vedere."

Fair enough, che ne pensate?

L'ottava e ultima stagione di Game of Thrones arriverà nel 2019 e attualmente lo show è in fase di produzione.

FONTE: TvLine.com
Quanto è interessante?
6