Game of Thrones: tutto quello che dovete sapere sul prequel HBO!

di

L'ottava stagione di Game of Thrones, in arrivo nel corso del 2019, coinciderà anche con il finale definitivo del fantasy dark campione d'ascolti. Ma se avete paura (e giustamente) di dover iniziare a vivere in un mondo senza Il Trono di Spade, non temete: HBO non ha ancora finito col continente di Westeros.

Come annunciato nella giornata di ieri, infatti, la HBO ha dato luce verde per l'inizio della produzione del pilot della prima serie spin-off di Game of Thrones.

A gennaio Casey Bloys, presidente della HBO, si era pronunciato a ruota libera sugli spin-off che il network statunitense avrebbe prodotto dopo la conclusione della serie originale, dicendosi entusiasta dalle varie idee in sviluppo. A quanto pare, la prima nuova serie (delle cinque in cantiere) sarà un prequel ambientato nell'Era degli Eroi, periodo storico antecedente migliaia di anni rispetto agli eventi della prima stagione di Game of Thrones.

Scritta a quattro mani da Jane Goldman (sceneggiatrice di Kick-Ass, X-Men: L'Inizio e Kingsman: Il Cerchio d'Oro) e da George R.R. Martin (il padre della saga letteraria sulla quale è basata la serie tv, Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco), il prequel avrà per protagonisti gli antenati dei personaggi che abbiamo conosciuto nel corso delle otto stagioni de Il Trono di Spade: avremo modo di fare la conoscenza di figure leggendarie come Brandon il Costruttore, il fondatore della Casa degli Stark, o Lann l'Astuto, al quale si deve la nascita della Casa dei Lannister.

Stando alle leggende che si narrano sul loro conto, Bran il Costruttore fu colui che edificò Grande Inverno e, sfruttando il particolare e misterioso patto d'alleanza che lo univa alla popolazione dei giganti, eresse la Barriera. Il suo nome è legato anche a quello dei Guardiani della Notte, cui cedette la striscia di terra di 25 leghe conosciuta come Il Dono.

Lann, invece, discendente diretto dei Primi Uomini, ottenne il suo soprannome quando, grazie ad uno stratagemma, riuscì a sottrarre Castel Granito ai Casterly, la famiglia più potente dell'epoca, il cui dominio sulle Terre dell'Ovest perdurò fino all'invasione degli Andali. Addirittura, in una delle tante storie che circondano la sua leggendaria figura, si dice che rubò un raggio di luce solare per rendere biondi i suoi capelli (tratto genetico che avrebbe contraddistinto la casata per i secoli a seguire).

Il prequel, il cui titolo ufficiale è ovviamente ancora celato dal mistero, si concentrerà anche sull'origine del Re della Notte e degli Estranei, la cui nascita causerà l'arrivo della Lunga Notte e getterà l'Era degli Eroi nella più totale oscurità: secondo la storiografia di Westeros il terribile evento ebbe luogo 8000 anni prima della Guerra di Conquista (il conflitto col quale Aegon I Targaryen, insieme alle sue sorelle-moglie Visenya e Rhaenys, si assicurò il dominio del Continente Occidentale), e si protrasse per un'intera generazione, vessando il mondo conosciuto con terrore, inedia e morte.

I grandi maestri tramandano con timore la leggenda della Lunga Notte, quando gli Estranei, esseri maledetti provenienti dalle lande polari dell'Eterno Inverno, invasero il continente di Westeros: è molto probabile che il prequel racconterà anche questi eventi, dato che sia Bran il Costruttore che Lann l'Astuto fecero parte degli eserciti che risposero alla richiesta d'aiuto dei Figli della Foresta, la misteriosa razza non-umana che per prima si contrappose agli Estranei; è anche possibile che nella serie comparirà Azor Ahai, anche noto come Ultimo Eroe, che durante gli eventi della Battaglia dell'Alba guidò la coalizione umani-Figli della Foresta alla vittoria.

Ma per averne la certezza dovremo aspettare il 2020, probabile data di messa in onda del prequel.

Quel che è certo è che il mondo creato da George R.R. Martin è così amplio e dettagliato (nel tempo e nello spazio) che di carne al fuoco ce n'è in abbondanza. I prossimi spin-off, ancora da annunciare, potrebbero raccontare altri eventi salienti della storiografia di Westeros e Essos, come la celebre ribellione di Robert Baratheon contro il regno del Re Folle o la sopracitata Guerra di Conquista, che qualche secolo prima aveva dato il là alla dinastia Targaryen.

Dovremo attendere altre notizie ufficiali per saperne di più.

Quanto è interessante?
2