Game of Thrones e Watchmen tra le migliori serie dell'anno per l'American Film Institute

Game of Thrones e Watchmen tra le migliori serie dell'anno per l'American Film Institute
di

Dicembre è il mese in cui vengono pubblicate le liste con il meglio dell'anno e le decisioni dei vari sindacati di critica, e anche il mondo del piccolo schermo non si sottrae a questa logica. Oggi è il turno del meglio della serialità scelto dall'American Film Institute.

Secondo l'AFI, i vincitori sono scelti "in base un processo e una giuria unici che vede riuniti studenti e artisti del mondo del cinema e della televisione, critici e associati AFI per determinare i risultati più impressionanti dell'anno". Le serie scelte come il meglio del 2019 sono infatti tra le più impressionanti viste quest'anno, tra le quali si segnalano appunto Game of Thrones, che dalla sua conclusione fa ancora discutere sulle modalità con cui è stata scritta la stagione finale, Watchmen, rilettura dell'universo immaginato da Alan Moore e ambientato in una diversa epoca rispetto al graphic novel, e certamente Chernobyl, tra le serie più apprezzate dell'anno, sia da pubblico che da critica.

Poi abbiamo anche l'ultima stagione di The Crown, tra le serie meglio scritte e confezionate di Netflix che quest'anno ha visto l'esordio del Premio Oscar Olivia Colman nel ruolo della Regina Elisabetta II; ci sono la miniserie Fosse/Verdon andata in onda su FX e l'acclamata Pose, sulla diversità di gender, c'è la sempreverde sit-com Veep con Julia Louis-Dreyfus e Succession, vera conferma di HBO, così come anche Netflix fa nuovamente capolino con Unbelievable e When They See Us. Tra le menzioni speciali, troviamo infine Fleabag, che con la sua seconda e (probabilmente) ultima stagione aveva già trionfato nella notte degli Emmy Awards.

Di seguito tutti i film selezionati dall'American Film Institute:

  • Chernobyl
  • The Crown
  • Fosse/Verdon
  • Game of Thrones
  • Pose
  • Succession
  • Unbelievable
  • Veep
  • Watchmen
  • When They See Us

Premio Speciale: Fleabag

FONTE: AFI
Quanto è interessante?
3