George R.R. Martin difende la violenza in Game of Thrones:"Star Wars uccide più di me!"

George R.R. Martin difende la violenza in Game of Thrones:'Star Wars uccide più di me!'
di

George R.R. Martin, autore e creatore di Game of Thrones, è intervenuto pubblicamente per difendere la quantità di violenza presente nei suoi romanzi, facendo un paragone che potrebbe far molto discutere. Da tempo le trame di Game of Thrones sono bersaglio di critiche da parte di chi ritiene siano piene di eccessiva violenza.

Su Everyeye nel frattempo potete recuperare la recensione del primo episodio di House of the Dragon, lo spin-off di Game of Thrones. Intervistato da Vanity Fair, Martin ha definito 'gratuite' queste descrizioni critiche ai suoi romanzi, su cui si basa la serie HBO Game of Thrones:"Certo, sono stato accusato di violenza e sesso gratuiti, e occasionalmente di araldica e scene di festa gratuite. Voglio che le mie emozioni siano coinvolte. Quelli sono i tipi di romanzi che amo leggere e il tipo di cose che amo scrivere. Questo è ciò che ti colpisce emotivamente".

E poi il riferimento ad un'altra saga celebre:"Sono stato accusato di essere una persona sanguinaria. Star Wars uccide più persone di me".
Martin non si limita a citare Star Wars ma si riferisce ad un episodio ben preciso del franchise:"Nel primo film di Star Wars ecco che arriva la Morte Nera. Hanno fatto saltare in aria il pianeta Alderaan, 20 milioni di persone sono morte. Ha qualche impatto su di te? Ti importa che 20 milioni di persone siano morte? Sei film dopo, immagino, scopri che Jimmy Smits forse è uno di quelli. Poi retroattivamente dici 'Oh, hanno ucciso Jimmy Smits!'. Ma al momento non senti nulla, è una statistica. Cosa significherebbe se Viserys stesse guardando il torneo e un messaggero arrivasse di corse e gli dicesse 'Tua moglie è morta'?. Avrebbe qualche effetto su di te? Non credo".

Non è la prima volta che Martin parla di Star Wars:"Non conosciamo le persone su Alderaan. Non sentiamo la loro morte. È solo una statistica. Se hai intenzione di scrivere della morte dovresti sentirla".
Di recente altre dichiarazioni dell'autore hanno fatto discutere: Martin non ebbe controllo creativo di GoT nelle ultime stagioni, e l'autore l'ha rimarcato pubblicamente in un'intervista.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
4