Glee, Samantha Ware non accetta le scuse di Lea Michele: "Non ha imparato nulla"

Glee, Samantha Ware non accetta le scuse di Lea Michele: 'Non ha imparato nulla'
di

Prosegue lo scontro a distanza tra le star di Glee Lea Michele e Samantha Ware. Quest'ultima nei giorni scorsi aveva accusato proprio la Michele di essersi comportata in maniera orribile sul set della nota serie, ora pubblicata su Netflix.

Lea Michele si è prontamente scusata per il dolore causato durante le riprese di Glee, ma le sue scuse sono state subito rifiutate dalla Ware. L'interprete di Jane Hayward, in un'intervista a Variety, ha sottolineato che la Michele avrebbe dovuto quantomeno avere una conoscenza più approfondita di cosa significhi realmente Black Lives Matter se avesse avuto intenzione di twittarlo.

"Non sarebbe dovuto essere necessario un mio tweet. Quando scrivi che anche per te le vite dei neri contano, dovresti quantomeno comprendere ciò che realmente significano queste parole. Ma è chiaro che lei non lo sa", afferma la Ware. "Tutto ciò che ha fatto con le sue scuse è stato dimostrare di non aver imparato nulla".

Ha anche aggiunto che probabilmente la Michele non sia razzista ma, ha suggerito che il suo comportamento era sicuramente dovuto al fatto che l'industria dell'intrattenimento sia costruita su misura per i bianchi.

"Non so se Lea sia razzista o meno. Penso solo che viva a pieno quello che è un settore fatto su misura per i bianchi".

Questa nuova ondata di proteste in difesa dei diritti dei neri, ha sconvolto numerosissime produzioni. Non solo Glee. Di recente è anche intervenuta la creatrice di Friends, una delle serie più amate di tutti i tempi. Marta Kauffman ha ammesso che Friends abbia contribuito al razzismo sistemico.

Voi cosa pensate a riguardo? Fatecelo sapere nei commenti.

Quanto è interessante?
7