Netflix

Glow 3: gli autori parlano del clamoroso cliffhanger finale

Glow 3: gli autori parlano del clamoroso cliffhanger finale
di

Nel corso di una recente intervista con Entertainment Weekly, i creatori di Glow Liz Flahive e Carly Mensch hanno analizzato il cliffhanger “rivoluzionario” della terza stagione, e cosa significherà per il futuro della serie Netflix.

"È stata un'idea che avevamo da un po' di tempo, in realtà" ha la Flahive. "Siamo rimasti davvero affascinati dal selvaggio West della TV via cavo negli anni '80. È qualcosa su cui abbiamo fatto molte ricerche dall'inizio, anche quando sapevamo che volevamo che GLOW fosse per un canale via cavo locale a Los Angeles. Ma è sicuramente qualcosa di cui abbiamo parlato molto. Non so se all'inizio della stagione eravamo consapevoli che saremmo andati a parare proprio lì, ma sicuramente è qualcosa che è sempre stato nell'aria per noi."

La Mensch invece ha potuto spiegare come il finale della terza stagione di Glow influenzerà gli episodi della quarta stagione.

"Gran parte della serie racconta di queste donne che si sforzano di arrivare da qualche parte, in particolare Debbie, che ha lottato di più con la sua sete di potere e i vincoli di essere una donna nella Hollywood degli anni '80. Questa è la prima volta che lasciamo che un personaggio raggiunga ciò che vuole ottenere, ma cosa significa per lei e dove la porterà, non lo diremo. Sicuramente c'è qualcosa di molto rivoluzionario nel permettere a un personaggio di ottenere qualcosa di così grande e a quale costo. La serie finisce in modo da suggerire che se ne sta andando senza Ruth, quindi vedremo cosa succederà ..."

E per quanto riguarda Ruth?

"È divertente perché penso che il personaggio di Ruth passi la seconda metà di questa stagione a preoccuparsi per il fatto che tutti gli altri sembrano andare avanti con le loro vite mentre lei è ancora bloccata, ma poi prende una delle decisioni più importanti di chiunque, alla fine. Per lei, quel tipo di autocoscienza che dimostra di avere nell'ultimo episodio è una cosa molto meritata perché è stata lenta e difficile da ottenere. Ma è allo stesso tempo un'enorme vittoria e una fonte di grande tristezza, perché anche mentre scrivevamo la scena, eravamo preoccupata per lei. Però siamo orgogliose di ciò che ha fatto."

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Per altri approfondimenti guardate il trailer di Glow 3 e leggete la nostra recensione di Glow 3.

FONTE: EW
Quanto è interessante?
1