GLOW 3: Jackie Tohn rivela una connessione personale con una scena della serie

GLOW 3: Jackie Tohn rivela una connessione personale con una scena della serie
di

Una scena della terza stagione di GLOW, la serie Netflix ideata da Liz Flahive e Carly Mensch, ha una connessione molto particolare con l'esperienza personale di una delle attrici coinvolte, Jackie Tohn.

La scena in questione fa riferimento alle radici ebraiche e cambogiane di due delle protagoniste, Melrose (Jackie Tohn) e Jenny (Ellen Wong). Quello che però non tutti sanno, racconta la Tohng, è che lei, come la Wong, condividono realmente questa provenienza con i loro personaggi.

"Molte delle nostre storyline sono ispirate a fatti accaduti realmente nelle nostre vite. Ad esempio, i genitori di Ellen [Jenny] sono davvero dei sopravvisuti del genocidio cambogiano. Mia madre è una discendente di prima generazione di sopravvisuti all'Olocausto. Ellen e io eravamo a un Seder quando ne stavamo parlando".

La conversazione tra le due attrici ha dato loro l'idea di chiedere agli sceneggiatori di GLOW il permesso per inserire questa eredità nello show.

"Era così assurdo, un'ebrea di New York e una ragazza cambogiana del Canada, non avresti mai pensato a una connessione del genere. I nostri personaggi sono migliori amiche nella serie, e nella vita reale stavamo avendo queste intense conversazioni su un qualcosa di sorprendentemente simile che le nostre famiglie hanno dovuto sopportare. E loro lo hanno inserito nello show".

Ma non è tutto, perché la Tohn ha trovato anche il modo di onorare la memoria di una sua parente sullo schermo: "Ho chiesto agli sceneggiatori se potevamo cambiare il nome di uno dei personaggi quando Melrose racconta della sua famiglia uccisa nei campi di concentramento. Ho chiamato mia madre e le ho chiesto 'Che ne diresti se chiedessi agli sceneggiatori di GLOW di cambiare il nome [della persona di cui parla Melrose] in quello di Zia Pestel, la prozia nel 1939 che è stata uccisa con la sua famiglia come se fosse un'esecuzione a Sonowiec? E mia mamma, commossa, ha iniziato subito a piangere. E gli sceneggiatori mi hanno detto 'Certo che possiamo farlo'. [...] È così forte, quale altro show ti permette di fare una cosa del genere?"

La terza stagione di GLOW è attualmente disponibile su Netflix (qui trovate la nostra recensione).

FONTE: EW!
Quanto è interessante?
1