Netflix

Glow, spuntano nuovi dettagli sulla terza stagione

Glow, spuntano nuovi dettagli sulla terza stagione
di

Ambientate inizialmente nella Los Angeles del 1985, le avventure di Glow, ovvero il programma televisivo Gorgeous Ladies of Wrestling, stanno per traghettare le sue spavalde protagoniste in una giungla di imprevisti luccicanti che scombinerà i piani dei prossimi episodi.

Liz Flahive e Carly Mensch hanno davvero qualcosa da raccontare sul mondo della narrativa seriale: con la produzione di numerosi episodi di Nurse Jackie, entrambe si sono distinte con Glow, telefilm di successo che ha concesso loro numerose nomination agli Emmy e ai PGA Awards tra il 2018 e il 2019.

Con la terza stagione appena distribuita da Netflix insieme a parodie virali decisamente piccanti, le ideatrici della serie hanno rilasciato dichiarazioni pungenti su cosa accadrà a Ruth Wilder e Debbie Eagan a Las Vegas, nuova meta del programma televisivo ambientato stavolta nel 1986: “L’idea di come realizzare uno show mentre il mondo esterno si fa sempre più cupo era il nostro punto di partenza; mandare in onda lo stesso programma sera dopo sera significa che il mondo andrà avanti, e certe volte quel mondo influenza lo show. Solo dopo alcuni dei nostri scrittori hanno evidenziato che noi stavamo raccontando storie nell’era di Trump. Non ce ne siamo nemmeno accorti, ma questa cosa stava traboccando dai nostri cervelli”.

Dopo essersi formate sulle dinamiche sportive e soprattutto mediatiche del wrestling, le due showrunner hanno deciso di concentrarsi sull’universo sociale di Las Vegas che sarà al centro della terza stagione, trascorrendo persino quarantotto ore di fila a visitare luoghi di interesse della città con il sostegno di esperti in materia come Dennis McBride, curatore dell’archivio LGBT dell’Università del Nevada e studioso della psicologia sociale degli Anni ’80.

Nel corso della Stagione 3 ci sarà anche spazio per uno speciale natalizio sulla scia de Il canto di Natale di Charles Dickens, tutto narrato però a bordo ring: un momento davvero unico che permetterà a Glow di esplorare nuovi orizzonti narrativi.

Le cose si complicheranno sicuramente per le protagoniste dello show: come dichiara Carly Mensch, “Quest’anno vorremmo adattarci alle atmosfere di Las Vegas e vogliamo far sentire quel che accade in scena come una cosa separata dal backstage, dove molti personaggi dovranno affrontare scelte difficili”.

Liz Flahive rincara infine la dose: “Penso che quando un gruppo si spezza debba accadere qualcosa, ma cosa di preciso? Questo per noi è un punto di vista interessante, così come provare a portare lo show fino a condizioni estreme: cosa succede quando le persone si allontano? Deve essere spaventoso ed emozionante”.

FONTE: variety
Quanto è interessante?
1