Gomorra, quali sono state le 5 scene più violente dello show?

Gomorra, quali sono state le 5 scene più violente dello show?
di

In Gomorra la violenza è elemento tutt'altro che marginale: le storie dei boss della camorra sono intrise di sangue da che mondo è mondo e solo rispettando questo principio sarebbe stato possibile ritrarle in maniera credibile sul piccolo schermo. Ma dove troviamo gli apici della violenza in Gomorra?

Tra sparatorie, inseguimenti ed omicidi a sangue freddo le scelte a nostra disposizione sarebbero un bel po': abbiamo però cercato di limitare il raggio a soli cinque momenti topici dell'amatissima serie con Marco D'Amore e Salvatore Esposito.

Il primo a venirci in mente è l'omicidio di Bolletta, massacrato da Pietro Savastano con una statuina dopo esser stato ingiustamente sospettato di tradimento; passiamo poi all'omicidio di Marta, rincorsa e freddata in abito da sposa dopo aver chiesto aiuto alla famiglia Savastano per difendersi da uno strozzino.

Pensiamo quindi all'uccisione di Danielino, quella dell'iconico "Vienete a piglià o' perdono" di uno spietato Salvatore Conte, mentre in seconda posizione piazzeremmo l'omicidio di Zecchinetta, anche lui come Bolletta accusato di tradimento. Al primo posto, infine, non possiamo non collocare uno dei momenti più forti e brutali dello show, quello del massacro della giovane Manu ad opera di un Ciro Di Marzio accecato dalla furia.

Ci sono altri momenti del genere che vi hanno particolarmente colpiti nel corso delle varie stagioni della serie Sky? Fatecelo sapere nei commenti! Roberto Saviano, intanto, ha recentemente celebrato lo sbarco di Gomorra su HBO Max.

Quanto è interessante?
1