Gomorra: 5 buoni motivi per rivedere la serie con Salvatore Esposito

Gomorra: 5 buoni motivi per rivedere la serie con Salvatore Esposito
di

Gomorra è la serie cult tratta dal bestseller di Roberto Saviano che ha reso celebri attori come Salvatore Esposito che in questo caso interpeta Gennaro "Genny" Savastano. Ecco, quindi, quali sono, secondo noi i 5 motivi per cui dovreste iniziare a vedere o dovreste rivedere la serie televisiva ora che è disponibile in chiaro in Tv.

  1. La bravura del cast: ci sono ben tre generazioni di attori, quasi interamente campani che rendono Gomorra ancora più realistica e apprezzabile. Tra i più iconici possiamo citare Salvatore Esposito, Marco D’Amore, Fortunato Cerlino, Maria Pia Calzone, Cristiana Dell’Anna e Cristina Donadio, ma anche il più esterno rappresenta un tassello molto importante per l'intera storia. Sono talmente bravi e credibili che a volte è difficile fare una distinzione tra realtà e finzione.
  2. Il realismo e la scrittura: l'abilità degli attori non è nulla senza una buona scrittura dei personaggi. La squadra di sceneggiatori con a capo Stefano Bises e composta da Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi, Giovanni Bianconi, Filippo Gravino e Maddalena Ravagli ha fatto un lavoro incredibile. I dialoghi non sono mai banali e donano un ritmo sempre calzante. Grazie anche al connubio tra italiano e napoletano, lo spettatore è interamente coinvolto nella scena come se fosse in mezzo all'azione.
  3. Episodi iconici divenuti famosi anche nella cultura pop: frasi come "Deux frittur" di Salvatore Conte (Marco Palvetti), scene come le tecniche di rimorchio di Genny (Salvatore Esposito) nella prima stagione con esclamazioni del calibro di: “Io questa sera mi sento un re. Tu vuoi essere la mia regina?” e i moniti come “Sta senza pensier” o “Tutt’appooost" sono ormai divenuti iconici. Vengono esclamati anche da persone che non hanno mai visto la serie e forse sarebbe il caso di iniziarla, non credete?
  4. La colonna sonora fa parte della storia: in Gomorra la musica è un'altra protagonista del racconto. Puntata dopo puntata fanno vorticare lo spettatore in un turbinio di emozioni impareggiabili. Tutto ciò è dovuto al gruppo Mokadelic che uniscono il rock alla vena partenopea rendendo magico il contesto visivo. Da non dimenticare, poi, la parte rap con il rapper di Scampia 'Nto insieme a Lucariello. Sono proprio loro che hanno reso iconica la chiusura di ogni puntata di Gomorra.
  5. Un successo globale: con più di 150 diritti di pubblicazione venduti in tutto il mondo e confronti alla pari con serie di successo come The Wire o The Sopranos, non possiamo essere proprio noi ad esimerci dalla visione di una serie tutta italiana realizzata dal regista Stefano Sollima.

Vi lasciamo alle produzioni che hanno reso celebre Stefano Sollima oltre a Gomorra. Ecco, infine, quali sono i segreti più importanti di Gomorra.

Quanto è interessante?
1