Gomorra, Marco D'Amore spiega: 'Ecco perché abbiamo permesso a Ciro di tornare'

Gomorra, Marco D'Amore spiega: 'Ecco perché abbiamo permesso a Ciro di tornare'
di

Immortale sembrava non esserlo più così tanto, Ciro: il finale della terza stagione di Gomorra sembrava dover decretare la fine di uno dei personaggi più riusciti dello show ispirato al libro di Roberto Saviano, salvo poi riportarlo in vita nello spin-off cinematografico interamente incentrato sul personaggio di Marco D'Amore.

Già, perché sin dal trailer de L'Immortale era chiaro che Ciro sarebbe sopravvissuto alla pallottola sparata da Genny e che, quindi, il film non sarebbe stato un semplice approfondimento sul passato dell'uomo dei Savastano, bensì un vero e proprio assist per il suo ritorno nell'imminente quinta stagione di Gomorra.

Una scelta inconsueta, visto e considerato quanto impietoso sia stato in genere lo show con i suoi personaggi; a parlarne è stato lo stesso Marco D'Amore nel corso di un'intervista rilasciata al Mattino: "Sì, quel finale fa da ponte con la nuova stagione. Abbiamo tradito, in un certo senso, la grammatica di Gomorra decidendo di riportare in vita Ciro. Dal male non si salva nessuno, è questa la logica della narrazione. Ma a Ciro, e solo a Ciro, è stato permesso di tornare: perché deve espiare vivendo, perché è morto dentro. E questo la gente lo ha capito" ha spiegato l'attore.

Sempre Marco D'Amore ha recentemente dichiarato di provare un po' di paura per la quinta stagione di Gomorra; vediamo, intanto, dove hanno preso il via le riprese di Gomorra lo scorso agosto.

FONTE: ilmattino
Quanto è interessante?
2