Gormenghast: Neil Gaiman al lavoro sulla serie TV basata sui romanzi fantasy di Peake

di

Dopo essersi occupato della prima stagione di American Gods ed essere attivamente al lavoro sull'adattamento di Good Omens, Neil Gaiman è stato scelto da Fremantle Media per supervisionare una serie TV basata su Gormenghast, saga di romanzi fantasy ideata dallo scrittore britannico Mervin Peake.

A dare l'annuncio è stato il portale Deadline, secondo cui la società telesiva si è aggiudicata i diritti di tutti e cinque i racconti, ovvero la trilogia composta da Titus Groan, Gormenghast e Titus Alone, il romanzo Boy in Darkness, e l'opera postuma Titus Awakes.

Gaiman figurerà come produttore esecutivo assieme ad Akiva Goldsman di A Beautiful Mind, mentre ancora non sappiamo chi sarà lo sceneggiatore ufficiale del progetto. I romanzi, pubblicati negli anni '50, sono incentrati sul castello gotico di Gormenghast e sui suoi abitanti, tra cui spiccano l'erede al trono della casa di Groan Titus, le gemelle Clora e Clarice, il fedele servitore Flay, e l'oscuro sguattero Steerpike.

Vi ricordiamo che la BBC aveva già provato ad adattare i primi due romanzi con una serie andata in onda nel 2000 e che vedeva tra i protagonisti il compianto Christopher Lee e John-Rhys Davies.

Neil Gaiman ha voluto così commentare la notizia, elogiando il lavoro dello scrittore: "Non esiste nulla di così autorevole in letteratura come i romanzi di Mervyn Peake su Gormenghast. Sono stati realizzati da un maestro, che era anche un artista, e ci portano in un antico castello grande come una città, con eroi e cattivi e persone più grandi della vita che sono impossibili da dimenticare. C'è una ragione per cui ci sono state esclusivamente due trilogie che gli amanti del genere fantasy hanno abbracciato negli anni sessanta, ovvero Il Signore degli Anelli e i libri di Gormenghast. È un onore avere avuto l'opportunità di aiutare a portare la singolare e brillante visione di Peake sul piccolo schermo".

Siete contenti di vedere Gormenghast tramutato in serie TV? Fatecelo sapere nei commenti, qui sotto.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
2