Guggenheim conferma: il Superman di Routh in Crisi sulle Terre Infinite è quello di Reeve

Guggenheim conferma: il Superman di Routh in Crisi sulle Terre Infinite è quello di Reeve
di

È il produttore esecutivo dell'Arrowverse, Marc Guggenheim, a dissipare i dubbi una volta per tutte: il Superman di Brandon Routh è quello di Christopher Reeve.

Il crossover dell'Arrowverse, Crisi sulle Terre Infinite, non si farà certo mancare i suoi Superman.

Come abbiamo visto anche negli scorsi mesi, non solo vedremo tornare il Superman di casa, ovvero Tyler Hoechlin (che presto apparirà assieme a Bitsie Tulloch in Superman and Lois, ammesso che il pilot già ordinato vada bene), ma torneranno anche il Clark Kent di Smallville Tom Welling e quello di Brandon Routh.

E proprio a proposito di Routh, che come annunciato in precedenza porterà sullo schermo la versione del personaggio di Kingdome Come, la miniserie a fumetti di Mark Waid e Alex Ross, abbiamo ora ulteriori conferme: a quanto pare, il suo Superman sarà effettivamente quello che nei film anni '70/'80 era interpretato dal compianto Christopher Reeve.

Già nel canone si era ormai soliti dare per scontato che il Superman di Superman Returns fosse lo stesso delle pellicole con Reeves. E adesso, a quanto pare, è lo stesso Guggenheim ad affermare che il personaggio di Routh in Crisis sarà in continuità con la sua controparte cinematografica del 2006 e quelle precedenti.

"Avremo un riferimento a Christopher Reeve in Crisi, o seguiremo la nozione secondo cui Brandon è il Superman di Reeve?" chiede un utente su Twitter, e Guggenheim risponde "Brandon È il Superman di Reeve".

Un altro fan cerca poi di fare chiarezza: "Si suppone che Superman Returns sia ambientato nella stessa continuità dei film di Reeve, e che Routh adesso riprenda il Superman del suo film in Crisi, quindi il Superman di Reeve è in Crisi? Corretto?" per sentirsi dire... "Corretto" dal produttore.

Dunque adesso non ci resta che aspettare dicembre e gennaio per vedere cosa accadrà in Crisi sulle Terre Infinite.

FONTE: Twitter
Quanto è interessante?
4