Quella volta che HBO pagò James Gandolfini per non apparire in The Office

Quella volta che HBO pagò James Gandolfini per non apparire in The Office
di

The Office e I Soprano sono due delle serie maggiormente acclamate degli anni 2000 e sebbene fossero molto diverse per svariati motivi, entrambe erano guidate da due protagonisti impareggiabili come Steve Carell e James Gandolfini. Carell lasciò la serie nella settima stagione e NBC guardò proprio in casa della concorrenza.

James Gandolfini è morto mentre si trovava in vacanza a Roma; all'epoca era uno degli attori maggiormente richiesti. Quando Carell lasciò lo show, NBC contattò James Gandolfini per prendere il suo posto ma di traverso si mise HBO.

L'autore Daniel Chun ha raccontato:"Ricordo che era davvero, davvero lusingato ma non era molto familiare con lo show. Aveva visto alcuni episodi ed era davvero incerto riguardo alla commedia. Era tipo 'Non so esattamente come interpretarlo al 100%'".

Michael Imperioli, co-star di Gandolfini ne I Soprano, ha raccontato che dopo la fine della serie, NBC ha tentato di convincere l'interprete di Tony a sostituire Steve Carell in The Office:"Credo che prima di James Spader e dopo Carell l'abbiano offerto a Jim, circa 4 milioni di dollari per interpretarlo in stagione e HBO gli ha pagato 3 milioni di dollari per non farlo. Questo è un fatto. Jim stava per farlo perché non aveva lavorato ed erano passati un certo numero di anni dalla fine dello show".

Con una cospicua offerta, HBO ha convinto Gandolfini a non accettare la proposta della concorrenza e non comparire in The Office.
Lo scorso anno, il cast di I Soprano ha ricordato James Gandolfini a dieci anni dalla sua improvvisa scomparsa.

FONTE: Collider

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi