Homeland, spoiler e trailer dalla terza stagione

di

Anche i protagonisti di Homeland erano presenti al Television Critics Association Tour 2013 con un incontro in cui hanno parlato della terza stagione del progetto televisivo che debutterà questo autunno sul network americano Showtime. Al dibattito c'erano i protagonisti Claire Danes, Damian Lewis, Rupert Friend ed i produttori Alex Gansa e Howard Gordon, in cui hanno rilasciato alcune interessanti dichiarazioni, accompagnate dal trailer, che vi riportiamo dopo il salto, facendo attenzione alle sorprese.

Attenzione spoiler! La Danes ha parlato del suo personaggio, Carrie, affermando che per delle ragioni la donna ha smesso di prendere le medicine. Carrie e Saul (Mandy Patinkin) saranno molto legati, anche se ad un certo punto il secondo farà qualcosa che la prima vedrà come un tradimento, soprattutto dopo lo shock subito nel finale della seconda stagione, dato che si sentono entrambi colpevoli e responsabili per le morti occorse. Carrie è come seduta su una bomba, è un dilemma impossibile perché prendendo le medicine non funziona bene, ma sta anche peggio senza di esse, tenta di trovare una via di mezzo per essere altamente performante, ma per la maggior parte della stagione non sarà cosi. Le prime puntate vedranno l'assenza di Damian Lewis, dato che Brody è fuggiasco e qui Gansa capirà il malcontento di alcuni telespettatori, anche se questa cosa si è resa necessaria. La terza stagione sarà il momento di rivedere la famiglia del sergente, considerato che tragedia come quella della scuola Sandy Hook o la bomba alla maratona di Boston hanno fatto comprendere l'importanza delle persone dietro a questi terribili eventi. I nuovi episodi saranno incentrati sul prezzo da pagare per essere un agente che l'Intelligence richiede, dato che la CIA sarà sotto processo e giustamente gli americani si chiederanno come può proteggere le persone un'agenzia che non riesce a proteggere se stessa. Saul si troverà in una posizione difficile e dovrà prendere delle drastiche decisioni per salvare la CIA. La terza stagione sarà ancora internazionale, dato che alcune scene sono state girate a Portorico e non è esclusa una tappa in Israele mentre Carrie e Quinn si avvicineranno di più. Tra di loro c'è un rispetto reciproco, ed entrambi sono disposti a tutto pur di fare bene il loro lavoro.

Quanto è interessante?
0