House of the Dragon, John Bradley rivela: "Sono triste di non essere nella serie prequel"

House of the Dragon, John Bradley rivela: 'Sono triste di non essere nella serie prequel'
di

Dopo aver interpretato Samwell Tarly nella celebre serie HBO Game of Thrones, John Bradley ha dichiarato di essere triste di non poter far parte anche del prequel, House of the Dragon, che guarderà dal divano di casa.

Stando agli ultimi aggiornamenti su House of the Dragon, sappiamo che la serie debutterà nel corso dell'anno e che le riprese sono ancora in corso. La serie sarà ambientata 3 secoli prima degli eventi di Game of Thrones e ci mostrerà il terribile passato della casata Targaryen, ispirandosi al romanzo "Fuoco e sangue" di George R.R. Martin.

Di recente, è stato proprio Martin a svelare di aver visto un montaggio preliminare del primo episodio di House of the Dragon: "L'ho amato. E' oscuro, potente e viscerale... Proprio come voglio che sia un fantasy epico. Ryan (Condal) e Miguel (Sapochnik) hanno fatto un lavoro straordinario" ha scritto sul suo blog.

Ad oggi, sappiamo che fanno parte del cast attori come Matt Smith, Emma D’Arcy, Olivia Cooke, Graham McTavish, Paddy Considine, Eve Best e Milly Alcock, ma sembra che anche John Bradley avrebbe voluto davvero farne parte.

Il percorso del suo Samwell Tarly in Game of Thrones era iniziato come personaggio secondario che gravitava attorno al Jon Snow di Kit Harington, ma presto si è guadagnato l'affetto dei fan anche grazie al romantico e toccante rapporto con Gilly (Hannah Murray).

Durante una recente intervista, in occasione dell'uscita del nuovo disaster movie di Roland Emmerich Moonfall nel quale Bradley interpreta un cospirazionista, non sono mancate le domande su Game of Thrones e sull'attesissimo prequel House of the Dragon.

L'attore britannico ha ammesso: "Sarà molto strano. E' come quando cambi casa e poi passi davanti alla tua vecchia casa e vedi che altre persone ci si sono trasferite e che l'hanno cambiata. Sarà un'esperienza strana ma felice" ha detto riguardo al dover vedere House of the Dragon dal divano di casa propria.

"Sono felice che l'universo si stia espandendo ed è davvero in ottime mani con Miguel Sapochnik, che ha realizzato molti degli episodi più belli dello show" ha proseguito Bradley. "Credo che sarà un'esperienza agrodolce. Ma spero che abbia successo, perché c'è così tanto potenziale per espandere quell'universo in ogni direzione".

Lo spin-off prodotto da HBO affronterà il periodo della guerra interna alla famiglia Targaryen, spesso menzionata anche in Game of Thrones, e mostrerà ai fan di Westeros le vicende familiari che hanno condotto alle memorabili vicende che abbiamo visto nello show che è ormai un pilastro del panorama seriale: è notizia fresca il fatto che la stagione 8 di Game of Thrones sia la più piratata del 2021, segno del grande successo che lo show continua a riscuotere anche a due anni dalla fine.

L'attore ha infine elogiato il cast di House of the Dragon ed ha ammesso: "Sarà fantastico, ma ci sarà una punta di tristezza per il fatto che nessuno di noi è coinvolto, credo".

A noi e a Bradley non resta che aspettare che lo show debutti: al momento non è ancora nota una data d'uscita per House of the Dragon, annunciata per il 2022.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
5