Ian Somerhalder spiega perché ha scelto di continuare col vampirismo in V-Wars

Ian Somerhalder spiega perché ha scelto di continuare col vampirismo in V-Wars
di

Nel drama di Netflix V-Wars, ispirato dall'omonimo graphic novel oltre ad essere tra i produttori, Ian Somerhalder interpreta il Dr. Luther Swann, un dottore esposto a un virus che trasforma le persone in vampiri. Ne esce indenne, ma si troverà costretto ad affrontare chi in vampiro si è invece trasformato per davvero.

Si tratta di una scelta perlomeno curiosa, dato che l'attore ha per anni interpretato proprio un vampiro in The Vampire Diaries di The CW, ed ha scelto così di restare ancorato al mondo del sovrannaturale, nonostante sia passato dall'altro lato della barricata.

Ne ha parlato durante una recente intervista, in cui gli era stato chiesto per l'appunto, se dopo otto anni nei panni di un vampiro non sarebbe stato più saggio per la sua carriera, scegliere un ruolo diverso, piuttosto che recitare in una serie TV dagli stessi temi.

"È un discorso legittimo. Il mio team però è con me da tantissimo tempo. Il mio agente è come un fratello maggiore per me, lavoriamo insieme da 23 anni. Il mio manager sta con me da quasi 20 anni, così come il mio avvocato. Per cui quando prendiamo delle decisioni, lo facciamo in gruppo. Come in una famiglia. E sì, all'inizio gli ho detto di non essere sicuro che questo sarebbe lo scenario perfetto, ma mi è stato fatto presente che sarebbe stato un mondo molto diverso, avrei avuto potere creativo, e che si tratta di una proprietà intellettuale composta da cinque libri messa su da un team di scrittori incredibile".

Insomma, una ghiotta opportunità, e nonostante il suo passato Ian Somerhalder continuerà ad avere a che fare col vampirismo. Voi che ne pensate?

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
2