Il mid-season finale della quinta stagione di The Flash svela un inatteso ritorno

Il mid-season finale della quinta stagione di The Flash svela un inatteso ritorno
di

Il centesimo episodio è una tappa fondamentale per qualunque serie, specie se la narrazione dello show spazia in viaggi temporali così numerosi da rendere quasi difficile ambientarsi nel passato, presente e futuro. Ce lo ha ricordato bene l’ultimo episodio della quinta stagione di The Flash, la puntata dal titolo What’s Past Is Prologue.

Il mid-season finale è stato diretto da Tom Cavanagh, l’interprete di Harrison Wells, Eobard Thawne e di tanti altri doppelganger del multiverso apparsi nel corso del serial trasmesso sul canale The CW. In questa centesima avventura di The Flash c’è stato un lungo salto nel passato del velocista scarlatto, riattraversando i momenti che hanno segnato particolarmente la vita del giovane Barry Allen. Tra battaglie storiche e incidenti che hanno cambiato l'esistenza del protagonista, il leader del gruppo dei laboratori S.T.A.R. è stato accompagnato dalla figlia Nora al fine di porre compimento al piano programmato per sconfiggere una volta per tutte il villain Cicada (Chris Klein).

La vera chicca, tuttavia, si racchiude interamente negli ultimi minuti del capitolo televisivo. L’episodio infatti si conclude con Nora (Jessica Parker Kennedy) che con una mossa del tutto inattesa viene mostrata mentre comunica con Eobard Thawne del futuro, nello specifico nel 2049, impersonato ancora una volta da Tom Cavanagh ma con la chioma bionda che ricalca quella del volto originale del villain, già impersonato dall’attore Matt Letscher. La domanda degli spettatori di The Flash è nata subito spontanea al termine della visione di What’s Past Is Prologue: perché mai Nora dovrebbe collaborare con Reverse Flash, l’arcinemico per antonomasia del padre? Le risposte a questo quesito potrebbero essere le più svariate, ma quella più presumibile è che la velocista si trovi costretta a ricevere l’aiuto di Thawne per salvare una delle due persone a cui tiene di più al mondo, suo padre Barry.

Dirigere una puntata così complessa e gestire i ritorni di numerosi personaggi come Savitar, Zoom, Henry e Nora Allen è stata di certo una sfida imponente per Tom Cavanagh, chiamato a giocare letteralmente col tempo attraverso vecchie e nuove riprese. È lo stesso interprete a parlare di questa esperienza in una intervista con ComicBook:

È stato divertente. (…) La sfida più grande è stata su cosa fare. Se devono tornare indietro nel tempo per raccogliere il necessario utile per sconfiggere il nemico principale, anzi uno dei nemici principali della stagione, allora deve avvenire in modo organico. Per me, come regista, devi provare a combinare cose che hai già visto in uno stile originale. Ho amato farlo. Ho amato lavorare con Jessica Parker Kennedy e Grant Gustin che hanno davvero dovuto reggere il peso del viaggio nel passato per sistemare il futuro”.

Siamo certi che il futuro per Cavanagh all’interno della seconda metà di stagione sarà altrettanto ricco di plot twist e di avvenimenti, essendo coinvolto nella duplice veste del detective francese Sherloque Wells e di Eobard Thawne nel 2049.

The Flash tornerà regolarmente in onda a partire dal prossimo 15 gennaio 2019. Nel frattempo il crossover Elseworlds partirà Domenica 9 dicembre sulla serie televisiva del velocista scarlatto, proseguendo il giorno successivo su Arrow, per poi concludersi con la supereroina protagonista della famiglia Zor-El Martedì 11.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
3

Le migliori offerte per i tuoi Regali di Natale 2018: videogiochi, console, hi-tech, smartphone, PC Gaming, TV 4K e tanto altri altri prodotti a prezzo scontato su Amazon, per un Natale da sogno a piccoli prezzi.