Il Signore degli Anelli: la serie TV di Amazon potrebbe essere composta da cinque stagioni

di

Dopo la notizia che ha visto Amazon investire un budget di 500 milioni di dollari per la realizzazione della serie TV de Il Signore degli Anelli, in data odierna sono stati rivelati nuovi, interessanti dettagli sulla vicenda. Sembrerebbe, infatti, che lo show sarà composto da ben cinque stagioni, senza tener conto di eventuali spinoff.

Stando a quanto annunciato da The Hollywood Reporter, la cifra totale dell'intero affare si aggirerebbe sul miliardo di dollari, tenendo conto del casting, degli effetti speciali, del numero di stagioni e di tutto il resto. Amazon, inoltre, avrebbe soltanto due anni di tempo per iniziare la produzione e potrebbe utilizzare il materiale cinematografico della New Line, qualora lo volesse.

Sebbene la saga epica sia stata adattata più volte alla radio e due volte al cinema, lo show di Amazon segna la prima volta che la storia di Tolkien verrà trasmessa sugli schermi televisivi. Con un'impresa di adattamento monumentale che aspetta il colosso dell'e-commerce, necessaria per condensare Il Signore degli Anelli in una serie, è logico che Amazon stia mettendo molto impegno nel progetto.

Il portale ha anche ipotizzato che Peter Jackson, celebre regista che ha trasposto la trilogia sul grande schermo, potrebbe essere coinvolto nelle vesti di produttore esecutivo. Il suo avvocato Peter Nelson non ha partecipato alla negoziazione dei diritti, avvenuta a novembre, ma ha di recente commentato:

"Questo accordo è frutto dei tempi in cui viviamo. Siamo in un'epoca in cui gli streamer fanno di tutto per aumentare il prezzo della programmazione. Penso che Amazon stia usando la tattica degli studios, puntando molto sui franchise perchè sono quelli che garantiscono pubblico".

Al momento è ancora troppo presto per conoscere dettagli riguardo trama e personaggi, ma in molti hanno ipotizzato che la serie possa essere ambientata prima delle vicende de La Compagnia dell'Anello oppure essere un adattamento più o meno fedele de Il Silmarillion.

Molte stelle del cast originale si sono espresse a riguardo e, sebbene Sean Astin (Sam) e Ian McKellen (Gandalf) si siano dimostrati ottimisti, John Rhys-Davies (Gimli) ha espresso il suo totale disappunto, considerando le persone incaricate di sviluppare lo show "completamente prive di principi e avide di denaro".

Cosa vi aspettate di vedere da questa serie? Fatecelo sapere nei commenti, qui sotto.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
6