L'arrivo di Negan è stata la cosa peggiore successa a The Walking Dead. Lo dicono i dati

L'arrivo di Negan è stata la cosa peggiore successa a The Walking Dead. Lo dicono i dati
di

Stando agli interessanti dati raccolti e pubblicati in queste ultime ore sulle pagine di IMDb, l'inizio del declino valutativo e qualitativo di The Walking Dead secondo i telespettatori coincide curiosamente con il finale della sesta stagione, quello chiusosi con l'arrivo di Negan (Jeffrey Dean Morgan) e il gigantesco cliffhanger.

I dati raccolti e analizzati da Broadband Choices mostrano infatti come le valutazioni degli spettatori abbiano cominciato a contrarsi e a registrare un sensibile calo di entusiasmo appena dopo la prima apparizione di Negan in "The Last Day on Earth", conclusasi con il gruppo di Rick in ginocchio davanti al leader dei Lupi e ai suoi scagnozzi brutali e violenti. La serie comincia però ad affondare pesantemente alla risoluzione del cliffhanger nel primo episodio della settima stagione, che ha visto la morte di Glenn (Steven Yeun) e Abraham (Michael Cudlitz).

Broadband Choices osserva come la media stagionale sia "leggermente calata" nel corso di sei anni di programmazione, arrivando poi alla settima stagione con un "drastico drop della qualità dello show", almeno stando alle centinaia di recensioni del pubblico. C'è proprio un grafico (che trovate in calce alla notizia) che mostra le valutazioni degli episodi e le medie stagionali, che definisce una verità che in molti non vorrebbero sentire: l'introduzione di Negan è stata la cosa peggiore successa allo show.

Sempre guardando ai dati, si nota come quello dell'episodio finale della sesta stagione sia il season finale con il rating più basso della serie. Il calo è continuato in modo persistente fino all'ottava stagione, con una ripresa nella nona, la prima guidata dall'attuale showrunner, Angela Kang. Le valutazioni sono infatti aumentate nel corso della penultima stagione andata in onda finora, in particolare dopo il salto di sei anni immediatamente seguito dalla scomparsa di Rick Grimes dallo show, nell'episodio 9x05.

Detto questo, al netto delle polemiche scatenatesi anni fa dopo la messa in onda di The Walking Dead 7x01, considerato "un episodio gratuitamente sadico e brutale", al centro di svariate denunce della FCC, la puntata è tra quelle con il punteggio più alto di TWD, esattamente 9.1 con circa 35 mila voti accumulati. Tra i critici, la settima stagione è quella della serie con il rating più basso (66% di gradimento), di poco superiore al responso dato all'ottava, considerata finora la peggiore (64%).

Lo stesso Jeffrey Dean Morgan ha recentemente ammesso che il suo Negan era stato rappresentato in modo "troppo unidimensionale" nel corso della settima e ottava stagione, durante il Regno dei Salvatori: "Da quando è uscito dal camper la prima volta, non abbiamo imparato nulla su di lui per circa due anni", ha detto l'attore ospite al Walker Stalker Con di Atlanta. In seguito ha anche dichiarato che la decima stagione attualmente in corso è "la cosa migliore da lui fatta nella serie".

Lo dice il protagonista, lo sottoscrive il pubblico, lo appoggia la critica e lo confermano i dati: gli ultimi anni di The Walking Dead non sono stati dei migliori.

Vi lasciamo alla recensione del midseason finale di The Walking Dead 10 e alle parole di Angela Kang sul futuro di Negan.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4
L'arrivo di Negan è stata la cosa peggiore successa a The Walking Dead. Lo dicono i dati