Iva Zanicchi: "Ho preso a sberle il Covid, ma son distrutta"

Iva Zanicchi: 'Ho preso a sberle il Covid, ma son distrutta'
di

Nelle scorse settimane vi avevamo parlato della positività al Covid di Iva Zanicchi, la cantante era stata ricoverata in ospedale in condizioni piuttosto critiche ma, ora sembra che il peggio sia stato finalmente superato.

l'Aquila di Ligonchio ha raccontato a Libero Quotidiano la sua esperienza con questo brutto virus, rivelando di essere finalmente tornata a casa e di essersi negativizzata ma, gli altri componenti della sua famiglia non sono stati altrettanto fortunati.

"Il virus è entrato in casa e ci ha infettati tutti. Ha presenti quei raduni familiari dai quali viene raccomandato di tenersi lontani? Bene, abbiamo fatto un raduno familiare, per la cresima del nipote di mia sorella. Non abbiamo resistito. Ci siamo salutati e lo abbiamo beccato tutti. Ora sono preoccupata per mio fratello, ancora ricoverato, che è cardiopatico".

Iva Zanicchi ha usato parole di grande stima per gli operatori sanitari che l'hanno curata con tanta attenzione: "Un bell’ospedale nuovo, con tanta luce e camere ampie. E tutti quei medici e infermieri che lavorano come dei matti, pesantemente bardati dentro un caldo da morire. Non riescono quasi a camminare, non possono andare in bagno perché ci metterebbero un secolo a togliersi le protezioni, quindi non mangiano e non bevono. Dei martiri. Eppure la gente non se ne accorge, c’è come un rifiuto...Dopo l’estate c’è stato un rilassamento, forse è captato anche a me, e infatti me lo sono preso".

Infine riferendosi a Gerry Scotti che come lei ha contratto il Covid, scherzosamente ha detto: "Tutti, ma proprio tutti hanno perso almeno sette chili, mi dicono anche Gerry Scotti, che, a ben guardare, ne aveva bisogno. E io nemmeno un etto".

Quanto è interessante?
2